The Slayers Again Site - UNREGISTERED VERSION

Vai ai contenuti

Menu principale:

La Vendicatrice pt.2

Traduzioni > Romanzi > Slayers Special # 1

Slayers Special #1 - La vendicatrice
Traduzione in inglese a cura di Fighting Dreamers Scanlations
Traduzione in italiano di Sabu-chan



[scarica QUI il formato PDF di questa storia]



Parte seconda



"Yaarrrrgh!" gridò il mago sulla carrozza. Anche le persone nella folla iniziarono a respirare affannosamente e guaire mentre passava. E non li incolpo di nulla. Non capita tutti i giorni di vedere un mago e un soldato volare a velocità massimo mano nella mano. Non sono in molti a usare il Raywing al giorno d’oggi – è un incantesimo mortale. Considerando la difficoltà dell’acquisirne la competenza, non vale la pena usarlo.
Nelle  emergenze, per esempio se stai cadendo da un punto molto alto, non è veloce come un incantesimo di teletrasporto ma il semplice e adeguatamente potente "Levitation" è più che sufficiente. Dopotutto, non si sentono molte storie narrare di un mago che casta un incantesimo di volo potente per sostenere una rissa a mezz’aria con un grifone.
Ma in tutta onestà, ho imparato questo incantesimo per una ragione molto più semplice. Volevo che mia sorella maggiore rimanesse impressionata.
E rimase impressionata. ImPRESSATA dentro a un carretto di un venditore di alimenti, quando feci un pasticcio con la magia. Due giorni a lavare piatti per ripagarlo causarono molti disagi a tutti.
Da quel momento, non avevo più usato quell’incantesimo…
"Yahhh!" urlò il mago al guidatore della carrozza, facendogli aumentare la velocità.
"Non fuggirai!" gridai, accelerando di rimando. Si abbassò lievemente. Aveva una barriera di vento attorno a se – è così che funzionava quell’incantesimo per muoversi assieme ai suoi oggetti. Il peso, l’altitudine e la velocità degli oggetti richiedevano una sincronizzazione con il mago per mantenere un equilibrio. Incapace di levarsi di dosso il "bagaglio" chiamato Canny, se avesse voluto aumentare la velocità, la sua altitudine sarebbe diminuita. Il delicato equilibrio dell’incantesimo minacciava di rompersi.
Ed ora stavamo volando ad altezza d’uomo. Aumentare l’altezza sarebbe stato troppo pericoloso.
…ora che ci penso, sentivo tutta una serie di interessanti suoni di caduta, sbatacchiamento e trascinamento venire dalla mano che stava tenendo Canny… spero sia ancora viva…
"Dannataaaaaa!" Mentre rovistava nella sua sacca con la mano destra, il mago iniziò a mormorare un incantesimo.
A causa della barriera, il vento mi fischiava nelle orecchie – bè, non esattamente – è solo che il vento notevole e più forte del solito ed era difficile sentire le parole della magia. Il misterioso mago cattivo senza nome non sembrava così sconsiderato da lanciare un incantesimo devastante proprio nel mezzo di una piazza.
O almeno così pensavo.
La terra iniziò a tremare.
Il "qualcosa" che il mago stava richiamando stava causando un terremoto. E aveva la forma di un grande uomo.
…un Golem di fango?!
Che incantesimo divertente ha usato. Sicuramente ha fatto questa scelta sapendo che avevo le mani legate, dovendo usare il Raywing. Se non potevo schivare il golem, mi ci sarei schiantata contro.
Comunque…
SMACK!
"Come è possibile?!" gridò indignato il mago.
E’ vero, finchè uso il Ray Wing non posso concentrarmi abbastanza spiritualmente per usare un incantesimo di attacco.
Ma. C’è sempre un "ma".
Potevo sempre usare un "Befisu Bring".
Befisu Bring è esattamente ciò che sembra – un incantesimo che chiede aiuto a uno spirito della terra e lo fa lavorare per te. Detto in termini terra terra, è una magia che scava dei buchi.
In altra parole, il Golem di fango che il nostro piccolo nemico aveva creato all’istante e senza permesso da Befimos (spirito della terra), si frantuma per l’intervento dello spirito della terra, il suo vero creatore, direste, e lo stesso spirito può aprire dei buchi nel Golem.
Naturalmente, se il suo punteggio magico – se la sua abilità di intervenire con gli spiriti della terra avesse sorpassato la mia, il risultato sarebbe stato differente.
Il livello di un mago sta tutto nell’applicarsi. Perfino l’incantesimo che appare più inefficiente può essere molto potente se usato correttamente. Ci sono momenti in cui un mago armato con un incantesimo di altissimo livello viene ribaltato da un mago che non conosce nemmeno una magia d’attacco. E questo è il perché.
"Yahhhh!" gridò il mago, fermando il carro e saltando giù. Se correre non era servito a niente, affrontarci direttamente era la sua unica possibilità.
Lì vicino, un uomo della bancarella della frutta e una donna del negozio di tinture notarono cosa stava accadendo e scapparono.
Me per quanto il mago volesse affrontare me, tecnicamente era ancora il bersaglio di Canny e la sua vendetta nei confronti del fratello.
"Canny! Ora ti farò volare!"
"D’accordo!" rispose tagliente, capendo cosa intendevo dire.
Mentre richiamavo la mia energia e mi alzavo, mi dirigevo dritta verso il mago e mi avvicinavo ancora e ancora…
E mandando "vento" a Canny, lasciai andare la sua mano.
Feci svolazzare il mio mantello nero come un corvo che dispiega le ali, e ricaddi lentamente a terra.
Canny continuò a volare. La lancia tra le mani. Sembrava più una solitaria freccia impazzita.
Affrontò direttamente il mago. "Preparati a morire. Per mio fratelloooo!"
In quell’istante!
Il mago schivò velocemente il colpo mettendosi di lato.
Dannazione! E’ vero, può schivare le cose!
"Ahhhh!" gridò Canny.
Calmati! Avanti, ce la puoi fare, Canny! Muoviti in avanti grazie al puro potere della volontà!
CRUNCHHHHHYYYYYAAAAAHH!!
…oh. Immagino sia una causa persa.
Finì senza romanticismo in un mucchio di frutta, prima con la testa. Il resto del corpo si dimenava tra le arancie.
Lanciai un’occhiata al mago.
"Come puoi essere così crudele!"
"Sei stata TU a farlo, non io!"
"Si tratta del passato! Comunque!"
Mi piace usare la parola "comunque" per annullare tutti i problemi, così posso proseguire.
"Sembra che debba vendicare il fratello di Canny per conto suo!"
Proprio mentre pensavo avrebbe iniziato con un "non uccido senza motivo!", iniziò a castare un incantesimo.
E quell’incantesimo era… una Fireball!
La piccola palla di luce rilasciata dal mago sarebbe esplosa come una bomba a contatto e avrebbe creato colonne di fuoco nelle immediate vicinanze – è un incantesimo mortale che colpisce una vasta area. Se avesse colpito un essere umano, l’avrebbe almeno cotto al sangue.
E’ pazzo?! Usando quell’incantesimo qui, un numero incalcolabile di cittadini sarebbero morti. Provai a dargli il beneficio del dubbio, ma mi fermai quando vidi i suoi occhi. C’erano fiamme di pazzia in essi.
…sconfiggero sarebbe stata la mia unica chance.
Iniziai a castare il mio incantesimo. Le labbra del mago si piegarono verso l’altro in un lieve sorriso.
Mi è addosso. Sa qualcosa dell’incantesimo che sto per lanciare
.
Dill Brand – la magia alla base del Mega Brand. Funziona nell’immediata vicinanza dell’invocatore, emanando un’esplosione dall’interno del terreno davanti al mago. E’ come sollevare il terreno davanti a sé per creare una barriera di terra. E’ molto più semplice da controllare rispetto a una Fireball e la formula non richiede molto tempo per essere pronunciata. Comunque…
E’ minore rispetto a un incantesimo di livello 2. Significa che ti protegge da un incantesimo di attacco purchè tu indossi una tunica decente. Dovrebbe essere un incantesimo adatto a difenderti da un nemico debole o quando non vuoi ucciderlo. Quando lo richiami, una debole barriera protettiva si forma attorno a te, rendendo facile per l’avversario contrastare il tuo incantesimo. È davvero un incantesimo per dilettanti.
E suppongo di non dover aggiungere che sono una maga onnipotente che nessuno può contrastare. La mia riserva magica era ancora piena da poter rilasciare una Fireball o due mentre richiamavo quest’incantesimo.
Il giorno in cui lo uso è anche il giorno in cui la mia vera magia verrà fuori.
CLAP!
Il mago fece scontrare fortemente i palmi delle mani davanti al suo petto. Poi lentamente li aprì verso i lati. Tra i suoi palmi, si era formata una fiammeggiante sfera di luce.
"Vai, Fireball!"
"Dill Brand!"
La sfera di luce venne rilasciata.
Nello stesso momento, la terra si spaccò e si sollevò sotto di lui.
In un cerchio non molto grande, con il mago avversario
nel suo centro.
Il cerchio di terra che si sollevò fino al cielo coprì il corpo del mago.
Un suono di scontro e poi un urlo.
La colonna di terra si tinse di rosso.
I testimoni vicini erano scioccati.
Quello era l’ultimo istante del mago malvagio – di cui ancora non ho capito il nome.
Avevo fatto in modo che la colonna di terra bloccasse la Fireball, intrappolandola all’interno con lui.
"Vittoria!"
Guardai l’orizzonte e feci un festo di pace.
"E’ finita… almeno…" la tenue voce risuonò nel mio orecchio.
Mi voltai con sorporesa. Canny, che ad un certo punto era resuscitata, stava in piedi al mio fianco con lo sguardo distante.
"Fratellone… Ti ho splendidamente vendicato…"
"Non hai fatto un cavolo di niente!"
"Ah! Non dire così!"

"Mi dispiace… so che mi hai aiutato in molti modi…"
Canny mi accompagnò al margine della città per salutarmi. Disse quelle parole cariche di buona volontà allungando una mano verso di me.
Quando fece quella cosa la prima volta, rimasi un po’ sorpresa, ma alla fine era niente. Era semplicemente una perfetta dilettante. Ed ora, stava abbandonando le sue armi e armatura e indossò invece un vestito ordinario. Penso che le stesse decisamente meglio.
Questo lavoro è stato fatto completamente a gratis, ma penso vada bene farlo di tanto in tanto. Se solo penso a rendere il mondo un posto migliore una persona e una buona azione alla volta…
"Cosa farai adesso?"
Sorrise pacifica in risposta alla mia domanda. "Tornerò a casa. Penso che tirerò su una fattoria con i miei fratellini."
Sorrisi lievemente. "Penso che anche questo sia un buon percorso di vita… bè, stammi bene…"
"Anche tu."
Con un whoosh
del mio mantello quando mi voltai per riprendere il cammino, improvvisamente ricordai qualcosa.
"Scusami se ficco il naso nei tuoi affari, ma… tanto per cominciare, perché quel mago ha ucciso tuo fratello?"
"Ecco…" con un sorriso triste sul suo volto, mi rispose con lo sguardo lontano. "una notte, mio fratello era ubriaco e aveva con sé una mazza. Quel mago passava di lì e…"
"F-fermati immediatamente!" mi intromisi nella sua frase. "Io… io penso di non volerlo sapere, dopotutto…"
La ragazza mi rivolse uno sguardo perplesso.
Ahhhhhh, non ditemi che quella era una vendetta dignitosa

No! In nessun modo un mago che si veste in modo strambo può essere un tizio benevolo! Dopotutto, tutti gli abitanti del villaggio avevano deciso che era cattivo! E io concordo! Proprio adesso!
"…Cosa c’è che non va?"
"Noooo, niente!"
"Allora stammi bene, Lina."
"A-anche tu! …ah… ahah… bè, arrivederci!"
Forzando un sorriso sul mio viso, lasciai la città alle mie spalle in un lampo.

- Il mondo è veramente profondo e pieno di significati –
- Lina Inverse –

Proviamo a non giudicare un libro dalla sua copertina.


-FINE-


Torna ai contenuti | Torna al menu