The Slayers Again Site - UNREGISTERED VERSION

Vai ai contenuti

Menu principale:

Manifesto ZAPS 1

Fanworks > Manifesto ZAPS

Manifesto Amelia x Zelgadiss
O ZAPS (Zelgadiss e Amelia Per Sempre)
redatto da Maggiolia


PARTE 1


La carrellata: come e perché.

Slayers "First": L’inizio difficile…


   Per la Principessa e la Chimera  non c’è stato nessun colpo di fulmine. Nell’anime il primo incontro dei due avviene  a serie inoltrata, durante lo scontro a Sairaag fra i nostri, Eris, Zangulus, le copie di Vunguum e Copy Rezo. La povera Amelia (che, nonostante la sua sete di giustizia e l’animo battagliero, per ironia degli autori sembra essere particolarmente spaventata ogni volta che deve combattere contro creature come le chimere e i demoni inferiori) a veder piombare un tale soggetto dalla finestra non può fare a meno di esclamare, indicando un seccatissimo Zelgadiss:
   Amelia- E lui chi è? È così raccapricciante ed ha un aspetto sospetto!
    Subito dopo questa  cattivissima presentazione, dopo qualche frame i due occupano lo schermo in posa da combattimento accanto… autori, volete dirci che possiamo iniziare a sognare? ma andiamo avanti!
   È certo che sentirsi dare del "raccapricciante" non fa piacere a nessuno, tanto meno ad uno che come Zelgadiss sta spendendo la sua vita a cercare di cambiare il suo aspetto. Ma nemmeno Amelia sembra fare una buona impressione alla Chimera, che la definirà successivamente come "una pazza che non sa fare altro che mettersi in pericolo".
   A dispetto di quelle che sembrano essere delle pessime basi per istaurare un’amicizia, però, già da subito emergono nell’interazione fra i due quegli aspetti che poi verranno sempre più sottolineati nel corso delle loro avventure: l’istintivo bisogno di Zelgadiss di proteggere Amelia (e, diciamolo pure, di Amelia nel farsi proteggere da lui), un grande affiatamento nel combattimento e una sorta di "piacevole" imbarazzo latente.
   Vi ricordano qualcuno? A pensarci bene, anche se declinati in maniera diversa, non è che forse ci stanno ripresentando le stesse caratteristiche che ritroviamo nel rapporto fra Lina e Gourry?.. ma andiamo sempre avanti!
     Il "lato protettivo" di Zelgadiss si rivela quasi subito:  durante l’attacco delle creature scatenate da Eris contro Lina e compagnia, Zelgadiss e Amelia si ritrovano a fronteggiare, divisi dal resto del gruppo, un manipolo di "mostriciattoli". La nostra Principessa se la cava bene, ma si distrae per un attimo che le potrebbe essere fatale, perché sta per essere attaccata alle spalle dalla testa mozzata di uno dei mostriciattoli di cui sopra, se non fosse che Zelgadiss se ne accorge in tempo e abbrustolisce la "testa assassina".
 Ora, dall’incontro con Lina in poi, Zelgadiss è certamente cambiato ed è intervenuto spesso a favore dei suoi amici, ma quella che bisogna sottolineare è la strana preoccupazione della Chimera verso una persona che conosce appena: di certo non la poteva lasciare morire così, ma non c’è qualcosa di strano nel modo in cui pronuncia il nome di Amelia prima del lancio dell’incantesimo?
Zelgadiss caro, non è che "la ragazzina pazza" ti ha particolarmente colpito?.. D’accordo, d’accordo, andiamo avanti!
    Dicevamo, se questa è ancora una sfumatura che si può appena leggere fra le righe, le cose cambiano quando, sempre divisi dal resto del gruppo, i due finiscono in una delle biblioteche del laboratorio di Rezo e lì Amelia sta per essere "inghiottita" dalla parete a cui si era appoggiata. Nonostante il viso di Zelgadiss al sentire il grido della Principessa  esprima chiaramente  fastidio, al vederla mezza risucchiata dalla strana forza che anima la parete cambia rapidamente d’espressione, passando dal fastidio alla paura: ovviamente la Chimera si affretta ad afferrare la Principessa,  e viene trascinato a sua volta. E come se non bastasse, quando atterrano sani e salvi al cospetto di Lina e Sylphil e per la dinamica della caduta Amelia va a finire proprio sulla sua schiena, nel rialzarsi  le guancie della nostra timidissima Chimera si tingono di un bel colore rosa, fatto che ovviamente la grande maga-genio non può trattenersi dal sottolineare…
   Questa volta ti abbiamo beccato in pieno, Zelgadiss caro! E dillo che la trovi carina, altrimenti perché ti imbarazzeresti tanto per una cosa del genere?!
   Nell’episodio successivo ai fatti di cui sopra (per orientarci: siamo arrivati al ventiduesimo!) nel laboratorio sotterraneo di Rezo,  arriviamo  all’ormai famosissima scena del primo Ra-Tilt lanciato insieme: i nostri due non hanno ancora raggiunto, ovviamente, quell’affinità nella lotta che tanto ci piace (l’azione di combattimento viene completamente diretta da Lina, che ricordiamolo, è un genio: Lina-san, è una chiara dimostrazione di lungimiranza, la tua?) e non possono che meravigliarsi dello straordinario effetto dell’ incantesimo "combinato", scambiandosi uno sguardo decisamente stupito ma che riesce già a farci presagire altro.
  Ma guarda un po’ che bella squadra! Amelia cara, che cos’è quel sorrisetto? Mi sembri quasi maliziosa… va bene, va bene, continuiamo…
   A questo punto, dopo che abbiamo già detto che volente o nolente Zelgadiss sembra essere stato particolarmente "colpito" da Amelia, ci chiediamo: e la nostra paladina della Giustizia, cosa pensa di Lui? Continua a considerarlo raccapricciante? O, di fronte al pericolo, si è rifugiata dietro la sua schiena spinta solo dalla paura? La risposta ci arriva qualche episodio più tardi, quando per proteggere Lina e Sylphil che stanno fuggendo in cerca di un luogo dove la sacerdotessa di Saairag potrà curare la brutta ferita che Copy-Rezo ha inflitto alla nostra amata maga-genio, Zelgadiss le "avvolge" in un incantesimo: lo sguardo che Amelia lancia alla Chimera è eloquente, e ci fa affermare con sicurezza che la Principessa non solo ha definitivamente cambiato idea sullo strano personaggio che è entrato nella cerchia dei suoi amici, ma ne resta quasi ammirata, tanto che quando Copy-Rezo, sfruttando l’attimo di "distrazione" della Chimera, lo attacca gli si para davanti per proteggerlo con un incantesimo-barriera. E poi, avviene l’incredibile: non solo Zelgadiss rimprovera Amelia perché dovrebbe pensare a proteggere se stessa piuttosto che lui, ma le sorride pure! e  in risposta, la nostra Principessa che fa? Arrossisce!
Va bene, abbiamo capito. Abbiamo capito tutti. Ora aspettiamo solo che si diffondano nell’aria le note di "Love is in the air" e che compaiano i cuoricini, e possiamo chiudere qui questo approfondimento.
Siamo ormai arrivati all’ultimo episodio delle prima serie: non preoccupatevi, niente canzoni dolci sulle immagini di Amelia e Zelgadiss, ma…
Durante l’emozionante battaglia finale contro Copy-Rezo, la nostra Principessa e la nostra Chimera hanno ormai raggiunto un’affinità di combattimento davvero invidiabile, per due persone che si conoscono da così poco tempo. La cosa che ci sorprende però è che… Autori, noi lo abbiamo visto! Abbiamo visto che "l’incrocio" dei due Ra-Tilt lanciati insieme dai nostri due eroi forma un cuore! Che cosa significa questo fenomeno? E soprattutto…riuscite ad immaginate la reazione di Lina Inverse, se lo avesse visto?
Copy-Rezo viene sconfitto, e i nostri si godono la vittoria sullo sfondo della ricostruzione di Saairag. Sylphil chiede ad ogni componente del gruppo cosa abbia intenzione di fare dopo, e ovviamente Zelgadiss non può che rispondere che andrà nuovamente in giro per il mondo in cerca di una cura.
Ma noi, chissà perché, abbiamo l’impressione che la strada per Saillone il nostro caro Zelgadiss la imparerà molto bene…

Piccoli Extra 1

Non è proprio legato alla "dinamica di coppia" dei nostri due, ma…non è strano che ad infervorarsi alla parole del Principe Philionel, padre di Amelia, giunto ( o, per meglio dire,
piombato) nel bel mezzo della lotta contro Copy-Rezo sia proprio il serissimo Zelgadiss?
Eh, Zelgadiss, hai ragione ad assecondarlo!la famiglia è una cosa importante!..D’accordo, d’accordo: andiamo avanti!

Per i nostri due la prima serie di "The Slayers" si chiude così…ma noi non abbiamo finito!



Torna ai contenuti | Torna al menu