The Slayers Again Site - UNREGISTERED VERSION

Vai ai contenuti

Menu principale:

Slayers 02

Le Serie TV > Slayers

RIASSUNTI DELLE PUNTATE
(a cura di Fren*chan)


Inizio trasmissione:  07/04/1995
Opening song: Get Along (M. Hayashibara - M. Okui)
Ending song: Kujikenaikara! (M. Hayashibara - M. Okui)
Anno di trasmissione in Italia: 1997
Sigla: "Un incantesimo dischiuso tra i petali del tempo per Rina" (Cristina d'Avena)

[guarda QUI la puntata in italiano (ver. TV)]

[guarda QUI la puntata in italiano (ver. DVD)]



2 - Bad! Non mi interessano gli uomini mummia!


Il Dragon-Slave non perdona, e un gigantesco cratere è quanto resta dell’ignaro villaggio che aveva richiesto i servigi della maga, lo stesso cratere che si trovano ora ad osservare, dall’alto di una collina, due misteriose figure. Un uomo incappucciato, il volto semi-coperto, e il suo accolito, un uomo furente, completamente rivestito di bende, i cui pensieri funesti vanno proprio a Lina, la causa dei loro problemi.
Nel frattempo, la ragazza e il biondo spadaccino proseguono il loro viaggio, facendo tappa ad un negozio di magia, dove la maga spera di vendere la refurtiva, ricavandone un buon guadagno. Una vera esperta di magia, comunque, non se la cava bene solamente con incantesimi altamente distruttivi, e Lina lo dimostra dando ‘un’aggiustatina’ agli oggetti rovinati presenti nel bottino, tra cui spuntano anche una preziosa statuetta fatta in Orialcon e un pugnale stregato.
La nostra protagonista tuttavia, non si fa certo alcuno scrupolo a proporre proprio quest’ultimo al negoziante, che rimane presto vittima del sortilegio, attentando alla vita dei due ragazzi! Per i due le cose si mettono male, e solo il provvidenziale intervento dell’inferocita moglie dell’uomo, che gli intima di rientrare subito in negozio con fare a dir poco minaccioso, evita loro dei guai! Ricomincia così il loro cammino, a mani vuote, come sottolinea un’amareggiata Lina. Fermatisi sulle rive di un fiume, decidono di concedersi una pausa per riempirsi lo stomaco, e Lina dà nuovamente prova delle sue capacità con un suo personale incantesimo originale: pescare servendosi di un suo capello.
La sera poi, seduta al tavolo di una locanda (location dove la troveremo più spesso di quanto immaginateXD) Lina spiega ad un ammirato Gourry come una grande maga debba sapersela cavare con ogni tipo di incantesimo, e l’occasione per dimostrare quanto appena detto si presenta seduta stante: dalla porta fanno il loro ingresso una banda di Troll capeggiati dall’uomo mummia, che furibondo addita Lina come colei che si è impossessata dell’intera refurtiva della banda della Zanna. La maga inizialmente tenta di declinare attribuendosi il nome falso di Sofia, poi decide di passare alle maniere forti, provocando il panico nell’uomo, che si trova costretto ad ammettere di rivolere solo indietro la refurtiva, senza complicazioni. Niente di più assurdo, da chiedere alla grande Lina Inverse. Comincia così il combattimento, che vede Lina saltellare qua e là in mezzo ai Troll, toccandoli col dito, e infliggendo loro un incantesimo: Inverter. Apparentemente pare che non accada nulla, e infatti i mostri si fanno avanti minacciosi. La maga a quel punto chiede allo spadaccino di provocare loro delle lievi ferite, ottenendo uno sguardo dubbioso: Gourry, infatti, replica giustamente che la cosa si rivelerà inutile, dal momento che i Troll hanno per natura una rapida capacità di rigenerare le ferite. Ma la ragazza insiste, e a quel punto lo spadaccino opta per un’arma insolita: ghiande, scagliate dritte contro i mostri. Gli effetti sono immediati, e i Troll implodono su loro stessi, davanti allo sgomento dei superstiti. Il motivo? Semplicemente l’incantesimo della scaltra maga ha invertito la loro capacità di rigenerarsi, provocandone la distruzione. Poche altre abili mosse (tra cui un innocuo lighting ) servono infine a mettere in fuga l’uomo mummia e i pochi rimasti della cricca. Ora sorge però un altro piccolo problema: placare la furia del gestore della locanda, a dir poco adirato per i danni subiti dal suo locale! Ma anche a questo penserà la pronta Lina, che facendo abile uso dei propri occhioni da cerbiatto, ed estraendo dal mantello una pietra preziosa, si accattiva in men che non si dica la simpatia dell’uomo!
Quella stessa notte, nella propria stanza, la ragazza spiega allo spadaccino che con molta probabilità i loro spostamenti vengono controllati dall’uomo mummia grazie ad un incantesimo che costui deve aver lanciato ad uno degli oggetti della refurtiva, che funge quindi da segnalatore. Ma ad interrompere la loro conversazione, provvede un sommesso bussare alla porta. Una voce misteriosa annuncia alla maga che si tratta di qualcuno che vuole fare affari, comprando uno degli oggetti appartenenti al bottino da lei sottratto.

Torna ai contenuti | Torna al menu