The Slayers Again Site - UNREGISTERED VERSION

Vai ai contenuti

Menu principale:

Slayers 09

Le Serie TV > Slayers

RIASSUNTI DELLE PUNTATE
(a cura di Fren*chan)


Inizio trasmissione:  07/04/1995
Opening song: Get Along (M. Hayashibara - M. Okui)
Ending song: Kujikenaikara! (M. Hayashibara - M. Okui)
Anno di trasmissione in Italia: 1997
Sigla: "Un incantesimo dischiuso tra i petali del tempo per Rina" (Cristina d'Avena)

[guarda QUI la puntata in italiano (ver. TV)]

[ guarda QUI la puntata in italiano (ver. DVD)]


9 - Impact! La vigilia del minaccioso scontro decisivo!!


Ciò che era sigillato negli occhi senza vista di Rezo, è ora tornato a nuova vita davanti allo sbigottimento dei presenti: Ruby Eyes Shabranigdu.
Il gran signore oscuro avanza, e ponendosi davanti alla maga e alla sua compagnia, propone un accordo: se Lina e i suoi compagni accetteranno di piegarsi al suo volere, avranno il privilegio di continuare a vivere sotto al suo dominio. In caso contrario, verranno considerati nemici, e combattuti. Lo sgomento è grande, e solo lo spadaccino chiede stupito cosa la maga abbia intenzione di fare!(@__@) Lina a quel punto, sbraitando, gli chiede come diavolo faccia ad essere tanto lento in certi ragionamenti, dal momento che sarebbe chiaro persino ad un bambino che la resurrezione del Re demone significa necessariamente la distruzione del mondo!
Ma ad interrompere la sua sfuriata provvede Zolf, il quale, facendosi avanti, tenta di sconfiggere il signore oscuro ricorrendo al Dragon Slave. A nulla servono gli avvertimenti di Zelgadiss e Lina di lasciar perdere l’incauta impresa, e l’incantesimo parte in tutta la sua potenza. Ma a quanto pare, non è abbastanza sufficiente da sconfiggere Shabranigdu, il quale continua a erigersi davanti a loro, assolutamente illeso dall’attacco offensivo. A quel punto Rodimas si fa avanti, nel tentativo di portar via l’amico, rimasto basito davanti all’assoluta inefficacia del proprio incantesimo, ma è troppo tardi per entrambi: il demone li colpisce a sua volta, disintegrandoli davanti all’impotenza, e alla rabbia, dei loro compagni. Rimasti soli, Lina, Zelgadiss e Gourry non hanno altre alternative davanti alla potenza del gran demone: devono darsela a gambe!!
Così, mentre il sole tramonta, i tre si trovano abbattuti per la strada, ripensando alla loro fallimentare impresa di impedire la resurrezione dell’orribile mostro. Tuttavia, come sottolinea la maga, buttarsi giù di morale per l’ingrata sorte che li attende non serve a niente; meglio pensare a riempirsi lo stomaco! E così, seduti al tavolo di una locanda, Gourry e Zel osservano basiti la ragazza che si abbuffa come se niente fosse, chiedendole come diavolo faccia a essere tanto calma in una situazione come quella. La risposta è degna di Lina Inverse: deprimersi non li aiuterà di certo a trovare una soluzione, senza contare che riflettere a stomaco pieno è decisamente più utile, quindi…Cameriere! Altre venti porzioni di arrosto!!
Calmati i morsi della fame, Lina finalmente si degna di dare ascolto alle proteste di Zelgadiss, impegnandosi a trovare una soluzione; ma la cosa non è affatto facile, infatti, ne la magia nera, in quanto utilizza i poteri dello stesso Shabranigdu, ne quella spirituale, che sfrutta il piano astrale sul quale il demone ha pieno controllo, possono intaccare il mostro. In pratica, l’unica arma su cui i tre possono per ora fare affidamento, è la spada di luce di Gourry.
Decisi comunque a partire, nonostante la prospettiva della disfatta, Zel e Gourry si alzano dal tavolo, chiedendo a Lina quali siano le sue intenzioni. La maga però li stupisce: lei non ha affatto intenzione di morire, ci sono ancora tante cose che vorrebbe fare, come tutte le ragazze normali del mondo^^ Inoltre, andare in guerra pensando di morire, va contro a tutti i suoi principi. Lina Inverse ha infatti un solo credo: quando decide di combattere, lo fa perché sa di vincere. E così sarà, anche in quel caso.
Nel frattempo Shabranigdu ha chiamato a se i rinforzi, e orde di Troll inferociti stanno radendo al suolo i villaggi, trovando però un valido nemico in Lina, che sopraggiunta, decide di fare piazza pulita con il Dragon Slave.
E’ quasi l’alba quando, dopo il combattimento di quella notte, Zelgadiss si solleva dai piedi dell’albero in cui si sono accampati per riposare, e in cui ancora dormono della grossa la maga e lo spadaccino. E’intenzionato a combattere, e poco gli importa di morire, ma proprio quando sta per lasciare l’accampamento, un sasso in piena fronte lo costringe a desistere. Lina e Gourry non hanno infatti la minima intenzione di lasciarlo andare da solo!
Combatteranno insieme il feroce Re demone, comparso proprio in quel momento sopra di loro, stagliandosi contro al cielo.

Torna ai contenuti | Torna al menu