The Slayers Again Site - UNREGISTERED VERSION

Vai ai contenuti

Menu principale:

Slayers 11

Le Serie TV > Slayers

RIASSUNTI DELLE PUNTATE
(a cura di Fren*chan)


Inizio trasmissione:  07/04/1995
Opening song: Get Along (M. Hayashibara - M. Okui)
Ending song: Kujikenaikara! (M. Hayashibara - M. Okui)
Anno di trasmissione in Italia: 1997
Sigla: "Un incantesimo dischiuso tra i petali del tempo per Rina" (Cristina d'Avena)

[guarda QUI la puntata in italiano (ver. TV)]

[guarda QUI la puntata in italiano (ver. DVD)]



11 - Knock out! La ribellione della famiglia di Saillune!


E’ una splendida mattina di sole, e in una strada di campagna, nel bel mezzo di un incrocio, Lina attende fiduciosa l’arrivo del principe Philionel di Saillune, che, secondo le informazioni che ha ricevuto, dovrebbe passare proprio di lì. A qualche metro dal punto in cui si è piazzata la maga, lo spadaccino Gourry, seduto ai piedi di un albero, sospira annoiato: sono ore che pattugliano la zona, e di questo fantomatico principe non si è ancora vista l’ombra, senza contare che Lina si è messa in testa di riconoscerlo grazie agli attributi principeschi che costui, senza dubbio, sfoggerà, e vale a dire: capelli biondi, occhioni azzurri, cavallo bianco e portamento regale! Lo spadaccino, di conseguenza, non ha più intenzione di perdere il suo tempo ad aspettare questo fantasmagorico regnante, e nonostante le proteste dell’offesissima Lina, decide di anticiparla in città.
Durante il tragitto, Gourry si imbatte in un bandito che sta saccheggiando un malcapitato mercante, ma ecco che proprio mentre il biondo spadaccino sta per prestare il proprio aiuto, una voce, dalla cima di un albero, intima al fuorilegge di fermarsi se non vuole incappare nelle forza della giustizia che tremenda si abbatterà contro chiunque commetta dei soprusi verso i più deboli! E dopo aver lanciato il proprio appello, la paladina si lancia in un salto acrobatico…Schiantandosi poi a terra in malo modo, e insinuando nel bandito il dubbio che il circo sia arrivato in città! Lo spadaccino rimane basito, ma la saltatrice, che si rivela essere una bella ragazza dai capelli corvini, dopo essersi ripresa dalla gaffe, mette KO il brigante servendosi della magia, meritandosi i ringraziamenti del mercante. Adempiuto il proprio dovere, la ragazza si rivolge in un accorato appello a Gourry: necessita assolutamente dei servizi di uno spadaccino come lui, e vuole sapere se il biondo sia interessato ad accettare l’incarico.
Nel frattempo, Lina si deprime, ancora in attesa del principe Philionel: è già il tramonto e non un’anima è passata dall’incrocio in cui ha pazientemente atteso per tutta la giornata, così, rassegnata, si dirige verso una locanda. Mentre si trova seduta al tavolo, sbafandosi la solita porzione per venti persone, fanno il loro ingresso due uomini sospetti, di cui uno ha tutta l’aria di essere un brigante della peggior specie: Alto, grosso, con una folta barba nera e ispide sopracciglia.
Invece, come rivelano i due dopo essersi seduti al tavolo della maga e aver richiesto il suo aiuto, costui altri non è che il principe in persona (purtroppo per Lina, che cade dallo sgabello con un tonfo sonoro!!)
In ogni caso, i due necessitano dell’intervento della maga per sconfiggere alcuni mostri, cosa che il principe non può sbrigare da solo in quanto pacifista. Ovviamente sarà necessaria la promessa di un lauto pagamento per schiodare Lina dalla sedia!
Così l’indomani si mettono in marcia, e dopo un ‘piccolo ’ incidente causato dalle insistenze di Lina per fare un bagno, e l’inopportuno arrivo( e successivo arrostimento) dei due sul posto, arrivano davanti alla grotta in cui vivono i mostri. L’intenzione di Lina è quella di fare piazza pulita, mentre Phil vuole tentare la strada del dialogo pacifico…Tattica che usa abilmente con un gruppo di cinghiali che gli intralciano la strada. Tuttavia, all’apparizione dei veri mostri, lascia ben volentieri il campo alla maga, felice di esibirsi in efficaci virtuosismi di magia. Così giungono infine dinnanzi ad una porta, dietro cui si nasconde un uomo misterioso che è in realtà complice dell’uomo che accompagna Phil. Costui è infatti anch’esso membro della famiglia reale, e il suo intento è quello di usurpare il trono, eliminando il vero erede; ma proprio quando sta per colpire aiutato dai suoi scagnozzi, fanno la loro comparsa Gourry e la paladina della giustizia, il cui nome è Amelia, ed è, in realtà, la figlia di Philionel! I due dissertatori chiamano dalla loro la potenza dei mostri, mentre Philionel e la figlia si battono nel nome delle giustizia, e la maga osserva a metà tra lo sconcerto e l’irritazione, fino a che non sono costretti tutti a darsela a gambe, dopo l’incauto utilizzo da parte di Amelia di un Fire Ball, e il conseguente crollo della grotta.
Scampati alla catastrofe, Lina ne approfitta per richiedere il giusto pagamento, ma la aspetta una amara sorpresa: Philionel è infatti al verde, dal momento che tutti i suoi soldi li custodiva l’ex compagno di viaggio, perito nell’incidente. Tuttavia il principe si mostra ben contento di mantenere la sua promessa non appena arriveranno a Saillune, il suo regno. E alla povera Lina non rimane che accettare, dal momento che i suoi servigi non possono assolutamente rimanere privi di una ricompensa, la compagnia dei due nuovi, ‘bizzarri’, compagni di viaggio!

Torna ai contenuti | Torna al menu