The Slayers Again Site - UNREGISTERED VERSION

Vai ai contenuti

Menu principale:

Slayers 12

Le Serie TV > Slayers

RIASSUNTI DELLE PUNTATE
(a cura di Fren*chan)


Inizio trasmissione:  07/04/1995
Opening song: Get Along (M. Hayashibara - M. Okui)
Ending song: Kujikenaikara! (M. Hayashibara - M. Okui)
Anno di trasmissione in Italia: 1997
Sigla: "Un incantesimo dischiuso tra i petali del tempo per Rina" (Cristina d'Avena)

[guarda QUI la puntata in italiano (ver. TV)]

[guarda QUI la puntata in italiano (ver. DVD)]


12 - Lovely! L’allenamento magico di Amelia!

Durante il cammino verso la città di Sailunne, Lina non fa che lamentarsi: vuole fermarsi in una città dove poter fare una bel bagno caldo e sfamarsi, ma purtroppo si ritrova a dover fare i conti con un gruppo di banditi che stanno aggredendo un innocuo mercante. Tuttavia, prima che la maga possa muovere un solo dito verso i fuorilegge, Amelia si è già precipitata in soccorso dell’uomo, e raggiunta la radura in cui sta avvenendo il misfatto, con il fiato ormai corto, tenta a fatica di arrampicarsi su un albero da cui intavolare il proprio sermone sulla giustizia, dopo di ché si lancia nel consueto salto acrobatico, che si conclude rovinosamente addosso al pover’uomo che si era prefissata di proteggere! A quel punto i banditi si fanno avanti minacciosi, ma mentre la principessa non sa come cavarsene fuori, interviene Lina, che subito riconosciuta dai briganti come ‘il terrore dei ladri’ semina il panico, ponendo fine alla questione con un Dragon Slave. La principessa di Sailunne è senza parole, come si può rimanere impassibili davanti ad un eroina che combatte con tanta abilità per la pace e la giustizia? Amelia ha deciso: il suo obbiettivo è diventare come Lina, e per realizzare questo sogno ha bisogno solo di una cosa, imparare a castare un Dragon Slave, con cui punire i cattivi! Ovviamente Lina prende male la cosa (sapendo bene di non essere esattamente un esempio di moralità^^) ma ad incoraggiare l’idea della figlia ci si mette pure Philionell, non lasciando alternative alla maga.
L’indomani si ritrovano dunque su di una collina, ma il fanatismo di Amelia non convince per nulla Lina, che ritiene cosa non molto saggia insegnare un incantesimo tanto potente di magia nera ad una tale ‘squilibrata , per di più principessa del regno della magia bianca. Gourry condivide pienamente il pensiero dell’amica, immaginandosi Amelia che lancia Dragon Slave per ogni piccola infrazione delle regole! L’unica soluzione, vista la determinazione di Amelia, è sfinirla di esercizi massacranti, nella speranza di dissuaderla. Così passano tre giorni, nei quali Lina si inventa le torture più allucinanti, e Amelia esegue senza demordere, spinta dal desiderio di diventare un eroina come l’amica. Il mattino del terzo giorno Philionell comincia a dubitare dei metodo usati dalla maga, ma proprio in quel momento lui e la figlia si imbattono in una vecchietta che sale a piedi la collina. L’anziana signora spiega ai due che la collina in questione è una vera disgrazia per gli abitanti del villaggio, che si trovano costretti a compiere viaggi estenuanti per arrivare da una parte a quell’altra del paese; Detto fatto: il principe si rivolge in un accorato appello a Lina, chiedendole di radere al suolo la collina con il Dragon Slave. La maga inizialmente accoglie scettica questa richiesta, ma infine si lascia convincere, e della collina non rimane che un cratere. A quel punto il panico attanaglia gli abitanti del villaggio: nel tempio che si ergeva sulla collina erano sigillati degli spiriti malvagi, che adesso grazie alla brillante trovata di Lina sono liberi di compiere le loro malefatte.
La prima a cadere sotto un maleficio è Lina stessa, che comincia a comportarsi in un modo assurdo nei confronti dello spadaccino, il quale terrorizzato dalle ‘avances’ della maga supplica Amelia di trovare al più presto una soluzione. Nel frattempo Philionell sta tentando di inculcare nella testa di un gruppetto di spiriti i fondamenti del pacifismo! La principessa corre fino al cratere e grazie ad un suo originale e potente incantesimo di magia bianca riesce a porre fine alla maledizione.
Tutto torna alla normalità, e il viaggio dei quattro può proseguire, con buona pace di Lina che non si trova più costretta ad insegnare ad Amelia il Dragon Slave.


Torna ai contenuti | Torna al menu