The Slayers Again Site - UNREGISTERED VERSION

Vai ai contenuti

Menu principale:

Slayers 18

Le Serie TV > Slayers

RIASSUNTI DELLE PUNTATE
(a cura di Raffy-chan)


Inizio trasmissione:  07/04/1995
Opening song: Get Along (M. Hayashibara - M. Okui)
Ending song: Kujikenaikara! (M. Hayashibara - M. Okui)
Anno di trasmissione in Italia: 1997
Sigla: "Un incantesimo dischiuso tra i petali del tempo per Rina" (Cristina d'Avena)

[ guarda QUI la puntata in italiano (ver. TV)]

[guarda QUI la puntata in italiano (ver. DVD)]



18 - Return! Riappare il chierico rosso!

Giunti finalmente alla città di Sailarg, Lina Amelia e Gourry devo trovare un modo per entrare in città senza essere scoperti dalle autorità essendo ancora ricercati, decidono così di nascondersi su un carro di fieno in attesa che cali la notte e poter finalmente scoprire chi è la persona che ha messo una taglia sulle loro teste.
Nel momento in cui decidono di mettere in atto il loro piano vengono visti da una giovane donna dai lunghi capelli corvini che, riconoscendo subito lo spadaccino Gourry, si butta tra le sue braccia. Gourry all’inizio sembra non riconoscere la ragazza ma quando lei si presenta a lui con il nome di Silphiel allo spadaccino torna tutto alla memoria in quanto, pochi anni fa, aveva aiutato la ragazza meritandosi come ricompensa un lauto pranzetto preparato proprio da lei. Silphiel invita Gourry, Lina e Amelia nella sua casa dove fanno la conoscenza del padre di Silphiel. Quest’ultimo racconta che colei che ha messo una taglia sulle loro teste è una donna di nome Ellis, giunta non poco tempo fa nella città di Sailarg e che gode di ottima fama essendo intima conoscente niente meno che di Rezo, il monaco rosso.
Sempre più curiosi di conoscere questa Ellis, Lina Gourry e Amelia, aiutati dalle indicazioni di Silphiel, giungono al luogo dove si trova la misteriosa donna. Giunti a destinazione, e grazie alle abilità di Gourry con la spada, riescono ad entrare furtivamente nella palazzo dove dovrebbe trovarsi la misteriosa Ellis,  ritrovandosi però all’interno di uno strano laboratorio dove, a detta di Lina, viene usato per creare delle "chimere", ovvero esseri creati artificialmente unendo componenti di varie specie diverse. Continuando la loro esplorazione all’interno della casa si imbattono in un enorme quadro raffigurante il famoso "Monaco Rosso" e facendo finalmente la conoscenza di Ellis, la quale si presenta dinanzi a loro svelando inoltre che la casa in cui si trovano fa proprio parte di una delle tante residenze di Rezo. Dietro alla donna fanno la loro comparsa Zanglus e Vulgrum.
Ellis a questo punto si presenta a Lina, Gourry e Amelia come una delle più fidate seguaci di Rezo, spiegando che l’unico motivo che l’ha spinta a mettere una taglia sulle loro teste era per spingerli a venire nella città di Sailarg, in quanto il suo obbiettivo principale è la Spada di Luce di Gourry. Lina vorrebbe ovviamente saperne di più ma Ellis è decisa ad entrare in possesso della spada mandando, ancora una volta, Zanglus e Vulgrum a scontrarsi contro Lina e i suoi amici. Durante il combattimento Lina riesce a sconfiggere  Vulgrum definitivamente, mentre Gourry riesce a mettere spalle a muro Zanguls. Ad un certo punto però Vulgrum riappare alle spalle di Lina completamente illeso e non è solo, dinanzi a Lina compaiono altri Vulgrum. Lina a questo punto capisce che quelli che ha dinanzi a se altri non sono che dei "cloni" di Vulgrum,  probabilmente creati con lo stesso procedimenti con cui vengono create le chimere. Le varie copie di Vulgrum attaccano contemporaneamente Lina, Gourry e Amelia. Arriva in loro una misteriosa figura che attacca subito Ellis, riconoscendola come l’unica mente criminale della situazione.
A questo punto la misteriosa figura si rivela e quale non è la sorpresa per Lina e Gourry nel ritrovarsi davanti al loro vecchio amico Zelgadis.  Zelgadis spiega loro che conosce da tempo Ellis, essendo stato anche Zelgadis un discepolo di Rezo. Irrompe ad un certo punto una voce a tutti molto nota e davanti agli occhi increduli di tutti, tranne che di Ellis, riappare il (creduto) defunto Rezo, il chierico rosso.


Torna ai contenuti | Torna al menu