The Slayers Again Site - UNREGISTERED VERSION

Vai ai contenuti

Menu principale:

Slayers Next 24

Traduzioni > Trascrizioni puntate

Trascrizione delle puntate integrali di Slayers Next
Tradotto da Il Della


PUNTATA 24


Sigla Iniziale.

***

Gourry, controllato da Hellmaster Fibrizzo, è davanti al gruppo di Lina.
Lina: "Gourry!"

***

(Titolo: Trappola Sinistra! La Misteriosa Città dei Fantasmi!)

***

Scena: da qualche parte in aperta campagna.
Amelia, Zelgadiss e Zangulus sono sorpresi nel vedere che il misterioso spadaccino da loro combattuto altri non è che Gourry stesso...
Amelia: "E'..."
Zelgadiss: "Non può essere!"
Sylphel corre in avanti, verso Gourry.
Sylphel: "Gourry caro!"
Viene fermata da Lina.
Lina: "Fermati, Sylphiel."
Sylphiel: "Signorina Lina?!"
Lina: "E' completamente sotto il controllo... di Fibrizzo!"
La voce di Fibrizzo risuona per l'aria.
Voce di Fibrizzo: "Esattamente. La sua mente è del tutto in mio potere."
Zelgadiss: "Maledetto!"
Voce di Fibrizzo: "Non mi ero accorto di quale preziosa preda avessi catturato."
Voce di Fibrizzo: "Non credevo nemmeno lontanamente che fosse uno spadaccino tanto abile!"
Voce di Fibrizzo: "Beh, suppongo che tutto quello che dovessi fare fosse liberare il vero potere della Spada di Luce.
Gourry, con la Spada di Luce tra le mani, si mette in posizione di guardia.
Lina: "Beh, ora, affrontare una Spada di Luce a piena potenza, ed un Gourry completamente spietato, vuol dire solo una cosa. Guai!"
Zangulus fa un passo avanti, sguainando la sua spada.
Zangulus: "Molto interessante! Proprio quello che io volevo!"
Amelia D: "Un... un attimo, signor Zangulus..."
Voce di Fibrizzo: "Mi dispiace, ma non sei tu quello che voglio."
Zanguluss: "Che cosa?!"
Voce di Fibrizzo: "L'unica persona che mi interessa è Lina Inverse!"
Voce di Fibrizzo: "Peccato che ora sappiate chi state combattendo."
Gourry viene avvolto da raffiche di vento nero...
Lina si getta in avanti, correndo verso di lui.
Lina: "Gourry!!"
Gourry svanisce nel nulla, avvolto da una colonna di oscurità vorticosa. Lina si ferma e cade in ginocchio.
Voce di Fibrizzo: "Il secondo round dovrebbe essere persino più sorprendente."
Amelia e Sylphiel raggiungono Lina di corsa.
Voce di Fibrizzo: "Spero che lo aspettiate con ansia!"
Lina: "...Fibrizzo!"

***

Scena: un ristorante all'aperto, in una qualche città, in piena notte. Il gruppo è seduto ad un tavolo.
Zangulus: "Vediamo se ho capito. Gourry è stato rapito da questo tizio che si chiama Hellmaster Fibrizzo, esatto?
Zelgadiss: "Esatto. E come hai visto, ora non è altro che un burattino."
Amelia sbatte i pugni sul tavolo.
Amelia: "Non lo ha solo preso in ostaggio!! Si è impadronito della nobile giustizia che risplende nel cuore di Gourry per i suoi malefici scopi!! Quanto in basso è disposto a cadere?!"
Sylphiel sembra sul punto di scoppiare a piangere.
Sylphiel: "Gourry caro..."
Zangulus: "Ma perché ha preso Gourry in ostaggio? Se quel tizio è davvero potente come dite, non sarebbe molto più facile uccidervi tutti?"
Amelia: "Ma..."
Lina: "Sono io il suo obiettivo. Vuole che io faccia qualcosa per lui."
Zangulus: "In cambio della vita di Gourry?"
Lina ha un flashback della visione della Claire Bible: il Giga Slave fuori controllo, la distruzione del mondo...
Lina: "Diciamo che fare quello che Fibrizzo vuole è l'ultima cosa che sono disposta a fare..."
Lina: "Comunque, non sentirti in dovere di aiutarci. Tu non sei coinvolto in tutto questo, Zangulus."
Zangulus: "Naturalmente, non voglio venire con voi... mi darò da fare da solo."
Amelia: "Eh? Non lo vuoi combattere insieme a noi?"
Zangulus: "Voglio duellare con Gourry un'altra volta... ed ucciderò chiunque si metta sulla mia strada. Questo è tutto quello che dovete sapere. Inoltre, non lavoro bene in una squadra. Lasciatemi fare le cose a modo mio."
Martina si alza in piedi, seguendolo con lo sguardo.
(scena d'amore: luccichini, guance rosse, occhioni languidi, violini in sottofondo...)
Martina: "Oh... è così bello e nichilista... Quel cappello un po’ storto... quello splendido mantello..."
(fine della scena d'amore...)
Martina: (scuotendo la testa) "Argh, smettila, smettila! Hai giurato di non fidarti più di nessuno! Pensa solo alla resurrezione di Zoamegulstar, Martina!"
(ANCORA scena d'amore...)
Martina: "Ma... Ma... Eppure..."
Martina è ormai cotta...
Amelia: (con un GROSSO gocciolone) "Mi sono sempre stupita del suo pessimo gusto..."
Zelgadiss: "Lasciala da sola..."

***

Scena: in aperta campagna, il gruppo è in marcia.
Lina: *La città natale di Sylphiel... Sairaag. E' la seconda volta che veniamo qui...*
Lina: *La prima volta... sì...*
Lina: *La prima volta è stato quando abbiamo combattuto la bestia demoniaca Zanaffar e Copy Rezo... La città fu distrutta... ma ora...*
Il gruppo è in vista della città di Sairaag, dominata da una enorme cupola.
Lina: "Tutto è come avevi detto, Sylphiel."
Amleia: "Non immaginavo che fosse possibile ricostruire una città tanto in fretta."
Zelgadiss: "Non lo è, infatti..."
Martina: "Beh, smettiamo di discutere ed andiamo a vedere! Non scopriremo nulla stando qui!"
Sylphiel: "Flagoon... L'Albero Sacro, Flagoon, che sosteneva i nostri cuori... sparito..."
Lina: "Qui c'è qualcosa di strano sotto..."

***

Scena: in città. Lina e gli altri sono nascosti in un carro che trasporta fieno.
Martina: (sporgendo la testa) "Perché io, una principessa di stirpe regale, devo stare in questo carro da fieno?!"
Lina: (sporgendo la testa) "Stai zitta! Lascia che ci trasporti nel centro della città!"
Sylphiel: (guardando la città) "Questa è..."
Amelia (sporgendo la testa) "Che c'è che non va?"
Sylphiel: "Questa non è una città ricostruita da zero! La città andata distrutta nella battaglia... è stata completamente rigenerata!"
Lina: "Che cosa?"
Alcuni minuti dopo il gruppo sguscia fuori dal fieno. Sylphiel li porta vicino ad un albero.
Sylphiel: "Per favore, guardate qui."
Sull'albero ci sono alcune tacche orizzontali ad intervalli più o meno regolari, e, vicino, delle piccole scritte incise.
Lina: "Cos'è questo?"
Sylphiel: "Quando ero una bambina... Questi segni venivano incisi sull'albero ogni anno, per misurare di quanto ero cresciuta..."
Sylphiel si appoggia all'albero.
Flashback di quando, da piccola, suo padre incideva la corteccia dell'albero sulla sua testa.
Sylphiel: (alzandosi) "Questo albero è stato sicuramente distrutto nella battaglia. Ma eccolo ancora qui!"
Lina: "Così, questa è la prova che la città è stata completamente rigenerata."
Zelgadiss: "Inpossibile! Quando abbiamo combattuto il clone di Rezo, la città è stata..."
Flashback di quando il clone di Rezo distrusse la città di Sairaag Il gruppo, in uno scudo magico sferico, riuscì a salvarsi.
Zelgadiss: "Ma, allora, come...?!"
Voce Maschile: "Sylphiel...?"
Sylphiel: "Non può essere... non può essere..."
Sulphiel si gira di scatto. Un uomo alto e robusto, con barba e baffi, le si sta avvicinando, vestito con un'elegante tunica bianca.
Sylphiel: "Padre!?"
Padre: "Sylphiel..."
Sylphiel esita, poi, con le lacrime agli occhi, si getta ad abbracciare suo padre.
Sylphiel: "Padre!"
Padre: (con voce rotta) "Oh, Sylphiel..."
Sylphiel: (piangendo) "Padre! Padre!"
Sylphiel: "Stai bene! Ma ero sicura che quando era..."
Padre: "Eh, a proposito... di questo..."
Lina appoggia con forza una mano sulla spalla di Sylphiel.
Lina: "Scusatemi se interrompo la vostra toccante riunione, ma..."
Padre: "Signorina Lina Inverse!"
Lina: "Potreste dirci cosa sta succedendo qui? Perché questa città è tornata come prima?"

***

Scena: All'interno della villa del padre di Sylphiel.
Tutti si siedono attorno ad un grande tavolo, in silenzio. Il padre di Sylphiel intreccia le dita, e poi alza lo sguardo verso Lina.
Padre: "La verità è che né io, né nessun altro in questa città, è vivo."
Lina: "Lo immaginavo."
Padre: "Lord Fibrizzo ha usato i suoi poteri per rigenerare la città. E' una città di persone che vivono una vita temporanea."
Sylphiel è scioccata.
Lina: "Vita temporanea? Volete dire...?"
Padre: "Io e tutti gli abitanti della città ora stiamo riposando nell'altro mondo."
Sylphiel: "...Non può essere..."
Sylphiel tende una mano verso suo padre. Lui gliela prende, e se la appoggia al petto. La guarda tristemente.
Sylphiel: "Il... il tuo cuore... non sta battendo...!"
Amelia: "No..."
Zelgadiss: "A cosa mira Fibrizzo per fare tutto questo?!"
Padre: "Non siamo stati creati per rispondere a questa domanda. Possiamo solo darvi le informazioni che Lord Fibrizzo ci permette di avere."
Padre: "Lord Fibrizzo ci ha creato in modo che sia tanto impossibile per noi rispondervi, quanto lo sarebbe per un umano respirare sott'acqua senza magia. Posso capire che questa scusa possa sembrarvi patetica, ma..."
Sylphiel inizia a piangere. Zelgadiss sbatte il pugno sul tavolo.
Zelgadiss: "Maledizione! Quel dannatissimo...!"
Padre: "Lord Fibrizzo è il nostro creatore. Non ci possiamo opporre a lui."
Lina: "Okay, allora farò un'altra domanda. Dov'è Fibrizzo adesso?"
Padre: "Nel centro della città, nel Tempio di Lord Fibrizzo."

***

INTERMEZZO DI META' PUNTATA

**

Scena: alla base della grande cupola che forma il Tempio di Fibrizzo.
Lina, Sylphiel e Martina stanno camminando lungo il muro laterale del tempio.
Lina: "Non vedo nessuna entrata..."
Voce di Amelia: (dall'alto) "Signorina Lina!"
Amelia, in volo, scende e tocca terra vicino al gruppo.
Amelia: "Sono andata in levitazione là a controllare, ma non ho visto nessun'entrata..."
Zelgadiss scende dalla levitazione ed atterra vicino a loro.
Zelgadiss: "Che facciamo ora?"
Lina: "La sola cosa che possiamo fare. Se non c'è un'entrata, ne faremo una noi!"
Lina: "*DAM BRASS!!*"
Un raggio di luce parte dai palmi di Lina e si abbatte con violenza terribile sul tempio. Quando il fumo si dirada, però, il muro appare intatto.
Zelgadiss: "Sembra che ci sia un qualche tipo di scudo."
Lina SD: (arrabbiatissima) "Allora farò saltare anche lo scudo!!!"
Lina: "*E' più oscuro del crepuscolo, è più rosso del sangue che scorre...*"
Le pareti del tempio iniziano a tremare leggermente, ed un passaggio nero appare nel muro.
Lina: "Uh?"
Amelia: "Signorina Lina!"
Zelgadiss: "Sembra che abbia intenzione di farci entrare."
Lina: (iniziando a correre) "D'accordo! Allora, alla carica tutti insieme!!"
Gli altri la seguono, per ultima Martina, un po’ esitante.
Lina sparisce nella porta oscura, per riapparire uscendone di corsa, sorpresissima. Incrocia gli altri in arrivo, e poi frena piantando i talloni e scavando due profondi solchi paralleli in terra.
Sylphiel: "Signorina Lina? Che succede? Che c'è dentro?"
Lina D: (girandosi) "Huh? Ma credevo di esserci entrata!"
Lina si rimbocca le maniche e riparte in quarta verso il passaggio. Corre nell'oscurità, poi vede una luce davanti a sé, e si getta in quella direzione. Atterra spalmandosi per terra davanti agli altri, dallo stesso punto in cui è entrata. Goccioloni.
Martina: (imbarazzata) "Ma che stai facendo?"
Amelia D: "Signorina Lina, non è il momento di giocare!"
Lina: (ancora a terra) "Non sto giocando! Qualunque cosa io faccia, continuo a ritrovarmi qui fuori!" (solleva il capo) "Se pensi che ti stia prendendo in giro, prova tu!"
Amelia si avvicina al passaggio nero.
Amelia: "Possibile?..."
Amelia infila un braccio nel passaggio, solo per vederselo tornare indietro verso di lei! Inizia ad infilare e togliere le braccia nel passaggio, ed ogni volta che ci mette la mano la vede tornare verso di lei, con i gesti più astrusi: pugni chiusi, dita a V, mano aperta, indice e mignolo distesi... gocciolone.
Amelia: "Che, che cosa sta succedendo?!..."
Zelgadiss: "Sembra che lo spazio all'interno sia curvato, così, qualunque cosa si faccia, si torna fuori..."
Lina: "Allora pare che non possiamo entrare. Per ora, almeno."
Intanto Amelia continua a mettere dentro e fuori le braccia.
All'improvviso fa per infilare ancora una volta il braccio, ma si ferma un attimo prima facendo una finta. Tuttavia, il braccio che non ha infilato esce veramente dallo spazio curvo!!
Amelia viene a questo punto trascinata via da Lina, in stato catatonico.
Lina: "Andiamo, questo non è il momento di giocare! Cerchiamo un'altro posto!"
Alcuni cittadini di Saillune si avvicinano, guardandoli in modo minaccioso. Tutti si fermano, tranne Amelia che è ancora nel pallone e con due grossi punti interrogativi sulla testa.
Lina: (ad alta voce) "E va bene! Me ne vado!"
Amelia D: "Eh? E perché?"
Lina: (ostentando indifferenza) "Non ti preoccupare, non ti preoccupare. Andiamo, forza."
Lina si allontana, Amelia la segue.
Amelia: "Signorina Lina...!"

***

Scena: villa del padre di Sylphiel, notte fonda.
Il gruppo apre la porta sul retro, sospettoso.
Lina: "Okay? E' un po’ pericoloso, ma ci divideremo, e cercheremo un modo di entrare!"
Sylphiel: "D'accordo. Ci potrebbero essere ancora dei passaggi sotterranei lasciati dove un tempo c'era Flagoon."
Zelgadiss: "D'accordo, controlleremo da quella parte."
Lina: "Ricordatevi, è con Fibrizzo che abbiamo a che fare. Non sappiamo cosa abbia progettato. State tutti attenti!"
Amelia: "Va bene! Lascia fare a noi!"
Lina: "Okay, ci vediamo dopo!"
Lina si allontana in una direzione di corsa, gli altri nella direzione opposta. Sylphiel si gira seguendo Lina con lo sguardo.

***

Scena: da qualche parte in città.
Lina sta correndo per le strade di Sairaag.
Lina: *Perdonatemi, amici...*
Sylphiel le si affianca nella corsa. Lina sorpresa si ferma.
Lina: "Sylphiel?"
Sylphiel si gira arrabbiata.
Sylphiel: "Signorina Lina!"
Lina fa una smorfia sorpresa SD.
Sylphiel: "Ora ditemi dove andate!"
Lina: "Un, beh... dove... io... stavo andando..."
Sylphiel si avvicina e la guarda negli occhi.
Suylphiel: "Stava andando da sola al Tempio di Fibrizzo, vero?!
Lina: (con gocciolone enorme) "Beh... sì..."
Sylphiel sembra calmarsi.
Sylphiel: "Lo immaginavo. Ma non riesce ad entrare, vero?"
Lina: "Beh, non con mezzi normali, ma pensavo che il mio Laguna Blade può essere in grado di tagliare attraverso quello spazio curvo."
Sylphiel: "Allora ha sempre pensato di combatterlo da sola."
Lina: "Guarda, sono io la ragione per cui Gourry è stato rapito. Non voglio più mettere tutti quanti in pericolo..."
Sylphiel: "Ma noi-..."
Lina: "Fibrizzo non è come i nemici che abbiamo affrontato fino ad ora! Copy Rezo e Zanaffar non sono neanche lontanamente forti come lui. Mi dispiace, ma io sono la sola che ha una possibilità. Ecco perché andrò da sola."
Sylphiel: (sorridendo) "La signorina Amelia ed il signor Zelgadiss saranno molto arrabbiati quando lo verranno a sapere."
Lina: "Se tornerò viva, potranno avercela con me quanto vorranno!"
Lina: "Comunque, questa è la ragione per cui non posso lasciarti venire comunque-..."
Sylphiel: "Mi lasci venire."
Lina, che stava per andarsene, si blocca.
Sylphiel: "Mi lasci venire!"
Lina: "Ora, un attimo, Sylphiel!..."
Sylphiel: "Non posso perdonarmelo. Non solo Gourry caro, ma anche mio padre... e tutta la gente in città, sotto il controllo di Fibrizzo! Io so che nessuno di loro è vivo... ma quando mio padre mi ha accolto a casa, come una volta...! Quel giorno, quando vennero coinvolti nella battaglia ed uccisi, pensai che non poteva essere accaduto veramente..."
Sylphiel si gira verso Lina. Sta piangendo.
Sylphiel: "Tutto questo semplicemente non è giusto..."
Sylphiel si accorge di stare piangendo.
Sylphiel: "Oh, io, io... mi dispiace... Comunque, non posso lasciare che Fibrizzo tormenti i morti in questo modo! Ho intenzione di affrontarlo con tutto quello che ho!"
Lina sorride ed appoggia la mano sulla spalla di Sylphiel.
Sylphiel: "Signorina Lina...?"
Lina: "Immagino di non avere scelta... Ma, in cambio, devi promettermi che ne uscirai viva."
Sylphiel: (annuendo) "Lo prometto!"

***

Scena: Lina e Sylphiel corrono per la città.
Lina: "E' come quando noi due correvamo nei passaggi sotterranei di Flagoon quando combattemmo Copy Rezo!"
Sylphiel: "Ha ragione! Ma, signorina Lina, Fibrizzo..."
Lina: "Lo so. Vuole farmi usare il Giga Slave e farmene perdere il controllo."
Sylphiel: "Che faremo? Anche se lui libererà Gourry, se userà quell'incantesimo...!"
Lina: "Sinceramente, non lo so. Prima che scoprissi la vera natura del Lord of Nightmares, avrei pensato di riuscire ad usare l'incantesimo senza perderne il controllo, ma..."
Sylphiel: "Ma ora?"
Lina: "Non sono sicura di riuscire a tenere sotto controllo quell'incantesimo. Ma non posso lasciare che si tenga Gourry come ostaggio!"
Sylphiel: "Esatto!"
All'improvviso una piccola falce viene lanciata contro di loro.
Lina: (gettandosi contro Sylphiel e spingendola da parte) "Attenta!"
Entrambe cadono a terra. Lina si rialza subito.
Lina: "Chi è la?!"
Lina e Sylphiel si ritrovano circondate da un gruppo di cittadini di Sairaag, armati di forconi, coltelli da cucina, bastoni, falci, zappe ed altre armi, che li fissano con occhi spiritati.
Lina: "Vedo. Così siamo a questo punto..."

***

Scena: in un'altro punto della città. Amelia, Zelgadiss e Martina sono nella stessa situazione, circondati dai cittadini armati.
Amelia: "Signor Zelgadiss!"
Zelgadiss: "Maledizione! Sono tutti sotto il controllo di Fibrizzo!"

***

Un ragazzo si getta contro Lina gridando, cercando di trafiggerla col suo forcone. Lina scarta di lato, e l'arma si conficca in terra.
Lina: "Non posso iniziare a combattere questa gente alla cieca! Questo significa che possiamo solo andare verso l'alto!..."
Sylphiel: "Signorina Lina! Guardi!"
Il cielo è pieno di creature volanti con ali di pipistrello, che sembrano aspettarli.
Lina: "Non possiamo usare un Ray Wing per andarcene, sembra."

***

Zelgadiss: "Pare che siamo del tutto circondati."
Amelia: "Pensa che lo sia anche la signorina Lina?"
Zelgadiss: "Probabile."

***

Lina ha sparato un incantesimo contro alcuni dei mostri volanti. Sono ora in uno stretto vicolo, circondati da entrambe le uscite.
Una figura si avvicina rapidamente a Lina, che si gira di scatto, reagendo d'istinto e tagliandola con un fendente del suo pungale. Con un grido, la bambina che la stava per attaccare alle spalle con un coltello crolla a terra... morta.
Lina è scioccata.
Lina: "Una... una bambina?! ...L'ho... l'ho uccisa!!"
Lina inizia a tremare.
Lina: "L'ho... l'ho..."
Sylphiel la afferra all'improvviso da dietro.
Sylphiel: "NO! No, non l'hai fatto! Era già morta! Morta da molto tempo! Non l'hai fatto! Mi capisci? Non l'hai fatto! Ora... per favore..."
I cittadini di Sairaag si gettano su Lina e Sylphiel.
Lina: "Sylphiel, chiudi gli occhi! *LIGHTING!!!*"
Lina crea un lampo di luce accecante, ed, approfittando della sorpresa, fugge passando tra le fila dei cittadini. Lina e Sylphiel cercano una via di fuga, ma sono ancora circondate. Si fanno largo con la forza, e corrono via per un vicolo.
Lina: "Non stiamo andando da nessuna parte! Dobbiamo arrivare da FIbrizzo, quello che li controlla tutti!"
Sylphiel: "Ma, di questo passo...!"
Un raggio di energia vorticosa improvvisamente si abbatte su un gruppo di mostri volanti e cittadini, spazzandoli via con un'esplosione fragorosa.
Zanguluss: "Che succede? Questo non è da te!"
Lina e Sylphiel vedono Zangulus, sul tetto di una casa.
Lina: "Zangulus!"
Zangulus: "Pensi che il nemico ti compiangerà?"
Lina SD: "Non essere ridicolo! Questa gente è sotto il controllo di Fibrizzo!"
Intanto altri cittadini e mostri alati stanno sopraggiungendo.
Zangulus: "Capisco. Comunque questi non sono affari miei. Tutti quelli che si mettono sulla mia strada devono morire!!"
Zangulus lancia con la spada un'altra onda di energia, che spazza via cittadini e mostri e sgombra la strada.
Zangulus: "Ora seguitemi! Li caricheremo tutti insieme!"
Zangulus corre via. Lina sospira.
Lina: "Quel modo di fare si chiama coraggio o temerarietà? Beh, per ora... andiamo, Sylphiel."
Sylphiel: "Va bene!"
Lina e Sylphiel corrono dietro a Zangulus.

***

Amelia: "Che abbiamo da perdere ora?... *SLEEPING!*"
Una grande sfera di luce azzurra si sprigiona da Amelia e si allarga inglobando tutta la scena. I cittadini di Sairaag cadono a terra addormentati.
Zelgadiss: "Un incantesimo di sonno funziona su di loro?"
Arrivano di corsa degli altri cittadini.
Amelia D: (saltando sul posto) "Aaaaah, non finiscono mai!"

***

Scena: Lina, Sylphiel e Zangulus al tempio.
Zangulus spara un'onda di energia, che si infrange contro il muro del tempio senza fare danni.
Zangulus: "Ma che cos'ha questo muro?!"
Lina: "Lascia perdere, quella spada magica non può neanche graffiare quel muro."
Lina inizia a camminare verso il muro...
Lina: "*Signore dei sogni terrificanti... Spada di gelida oscurità, liberati dalle catene del paradiso...*"
I talismani di Lina brillano di luce rossa, mentre delle scariche di energia oscura si sprigionano dalla sua mano destra.
Lina: "*...sii la mai forza, sii la mia arma, e lascia che camminiamo insieme sulla via della distruzione!...*"
Lina si ferma davanti al muro del tempio...
Lina: "*...Potere che abbatti persino le anime degli déi! LAGUNA BLADE!!!!*"
Una grande lama di oscurità attraversata da lampi di scariche elettriche si forma tra le mani di Lina.
Con in grido, Lina solleva la spada di tenebra e la abbatte con violenza inaudita contro il muro del tempio.

***

Scene di combattimento di Zelgadiss, Amelia e... ehm, e Martina, contro i cittadini di Sairaag.

***

Lina, stremata, si accascia. Il suo Laguna Blade ha aperto uno squarcio enorme nel muro del tempio. Zangulus e Sylphiel le si avvicinano.
Lina alza la testa, con uno sguardo di sfida verso il tempio.
Lina: "Ok, è l'ora del piatto forte."

***

Fibrizzo ridacchia, seduto su un trono, mentre alle sue spalle appare la figura sfocata di Gourry.
Fibrizzo: "Così, siete riusciti ad entrare, vero? Speravo di potermi divertire un po’ di più con voi... ma ora abbiamo finito di giocare... Lina Inverse!"

***

Scena: Lina, Zangulus e Sylphiel corrono per i grandi corridoi del tempio.
Lina: *Gourry! Sto venendo a salvarti!*

***

Sigla Finale.



Torna ai contenuti | Torna al menu