The Slayers Again Site - UNREGISTERED VERSION

Vai ai contenuti

Menu principale:

Slayers Next 25

Traduzioni > Trascrizioni puntate

Trascrizione delle puntate integrali di Slayers Next
Tradotto da Il Della


PUNTATA 25


Sigla Iniziale.


***

(Lina fa il riassunto delle puntate precedenti. Scorrono le scene delle ultime tre puntate)
Lina: "Per salvare Gourry, che è stato rapito, siamo tutti arrivati a Sairaag. Ma la città di Sairaag è stata trasformata dalla magia di Fibrizzo in una città di morti viventi. Ed ora ci stiamo muovendo ancora più in profondità nelle grinfie di Fibrizzo!"


***

(Titolo: Le Anime dei Morti! L'ultima Scelta di Lina!)


***

Scena: lo squarcio nel muro del Tempio di Fibrizzo creato dal Laguna Blade di Lina.

***

Scena: all'interno del tempio. Lina, Sylphiel e Zangulus corrono nell'oscurità. Si intravede una luce alla fine del corridoio, in lontananza.
Lina: *Gourry! Tieni duro! Vengo a salvarti!*

***

Scena: per le vie di Sairaag; Zelgadiss, Amelia e Martina sono circondati da cittadini di Sairaag armati e mostri volanti.
Zelgadiss butta a terra un uomo armato di zappa, che si rialza poco dopo.
Zelgadiss: "Maledizione! Ne arrivano in continuazione!"
Un mostro volante si getta in picchiata.
Amelia: "*ELMEKIA LANCE!!!*"
Un raggio di luce parte dalle mani di Amelia, colpendo il mostro, che esplode ripiegandosi su se stesso.
Amelia: "Di questo passo, alla fine ci prenderanno..."
Martina: "Ed allora, che cosa abbiamo intenzione di fare?"
Zelgadiss soffia, mettendosi in posizione di guardia.

***

Amelia, Sylphiel e Zangulus arrivano alla fine del corridoio. Davanti a loro si para un'enorme pozzo verticale, del diametro di un centinaio di metri e di cui non se ne vede il fondo. Attorno, che scende a spirale lungo le pareti, incassato nei muri laterali e coperto da arcate, c'è un ampio passaggio.
Sylphiel: "Dove..."
Lina: "Sembra che dobbiamo arrivare in fondo."
(Lina e Sylphiel, reggendo Zangulus, scendono lentamente, in levitazione, per il pozzo.)
Lina: (guardando il passaggio a spirale lungo le pareti, ai lati del pozzo) "Si sbagliava se sperava che prendessimo la strada più lenta."
Sylphiel: (guardando in basso) "Signorina Lina!"
In fondo al pozzo si vede una punta di cristallo emergere dall'oscurità.
Zangulus: "Che cos'è quello?"
Ora sono più vicini. E' un'enorme colonna dalla sommità appuntita, di cristallo di colore a metà tra il verde chiaro e l'azzurro.
Lina: "Cos'è questo...?"
Una luce inizia a splendere dall'interno del cristallo. Ora si vede chiaramente che all'interno del cristallo sono imprigionate innumerevoli persone, isolate ed immobili. I tre sono sorpresissimi e spaventati.
Lina: "Ma che...!?"
Sylphiel: "Padre..."
I tre, scendendo, incrociano anche la figura del padre di Sylphiel, imprigionato nel cristallo.
Zangulus: "Chi sono queste persone?!"
Lina: "I cittadini di Sairaag."
Zangulus: "I cosa?!"
Voce di Fibrizzo: "Benvenuti nel mio tempio!"
Sul fondo del tempio, completamente di cristallo, alla base della colonna di cristallo, Fibrizzo li sta aspettando, seduto, guardando verso l'alto.
Lina, Sylphiel e Zangulus toccano terra.
Fibrizzo: "Ce l'avete finalmente fatta. Vi ho aspettato per un po’."
Zangulus: "Chi è questo piccolo moccioso arrogante?"
Lina: "Quello è Fibrizzo."
Zangulus: "Cheee?!"
Fibrizzo ridacchia.
Sylphiel: "Non può essere... questo bambino?"
Lina: "Usa quella forma per ingannare la gente. Bastardo... ma è due o tre volte più forte di qualunque altro Mazoku che abbiamo mai visto."
Zangulus: "Capisco... Se TU dici che è tanto forte, allora..."
Lina: "Esatto." (a Fibrizzo) "Ed ora che intenzioni hai?!"
Fibrizzo: "Oh, intendi dire per questo?" (guarda la colonna di cristallo) "E' una decorazione niente male, non è vero?"
Zangulus: "Per qualcuno con un pessimo gusto!"
Fibrizzo: "Contiene le anime di tutti i morti di Sairaag."
Fibrizzo schiocca le dita. La colonna di cristallo si accende di una luce spettrale che pare provenire dal suo interno. Le persone cristallizzate ora si vedono chiaramente.
Fibrizzo: "Quelle che stanno facendo tanta confusione là fuori sono solo le ombre di queste persone, che ho creato usando il mio potere. Posso fargli fare quello che voglio. Sono delle buone marionette per me."

***

Un ragazzo armato di zappa si getta su Zelgadiss urlando. Lo scansa.

***

Fibrizzo: "Vedete, tutti i miei servitori furono distrutti mille anni fa. Xellos è ancora fuori causa per via delle sue ferite, così tocca a loro darmi una mano."
Lina: "Che peccato. E credi che questo basti a farmi lanciare il Giga Slave?"
Fibrizzo: "Forse. Comunque, preferisco che continuino ad inseguirvi ed impedirvi di fuggire. Sono perfetti in quel ruolo."
Zangulus: (mettendo mano alla spada) "Tu, mostro!"
Lina: "Fermo!" (a Fibrizzo) "Ancora una cosa! Dov'è Gourry?!"
Fibrizzo: "Ah, sì, quel tipo..."
Fibrizzo fa schioccare le dita. Al suo fianco, sospesa a mezz'aria, appare una bara di cristallo al cui interno è congelato Gourry.
Sylphiel: "Gourry caro!!"
Lina è senza parole. Fissa Fibrizzo con odio.
Fibrizzo: "Non vi preoccupate. Non è ancora morto... per ora, comunque."
Lina: "Per ora?"
Fibrizzo: "Sì. Un essere vivente congelato dentro al cristallo muore lentamente mentre la sua forza vitale si indebolisce man mano. Lascialo lì dentro troppo a lungo, e..."
Sylphiel: "No..."
Zangulus: "Ci stai prendendo in giro..."
Fibrizzo: "Per salvarlo, dovete sconfiggermi. E' l'unico modo."
Zangulus: "Questo semplifica le cose! Ti taglierò in due!" (sguainando la spada)
Zangulus salta e lancia un raggio di energia potentissimo dalla spada, colpendo in pieno Fibrizzo, che tuttavia rimane illeso.
Fibrizzo: "Non hai ancora capito quanto io sia potente, vero? Molto bene..."
Fibrizzo scende dalla sporgenza di cristallo su cui era seduto, scendendo a terra.
Fibrizzo: "Te lo dimostrerò... ancora una volta."

***

Un'esplosione scoppia all'improvviso, e dal fumo escono due mostri volanti.
Zelgadiss: "Maledizione! Non finiscono mai!"
Un uomo molto muscoloso si avvicina alle spalle di Zelgadiss, alzando un'enorme mazza.
Amelia: "Signor Zelgadiss! Attento!"
Amelia si mette in mezzo, ricevendo la mazzata in piena testa e bucando l'asfalto, finendo sottoterra.
Zelgadiss: "Amelia! *DIEM WING!!*"
L'aggressore, colpito da una violentissima raffica di vento, viene scaraventato via.
Zelgadiss: "Stai bene? Amelia!"
Amelia esce dal buco nel terreno, e guarda Zelgadiss con grandi occhioni luccicosi. Ha un'ammaccatura sulla fronte.
Amelia: "Non penso che ce la faremo..."
Zelgadiss la tira fuori.
Zelgadiss: "Maledizione! Di questo passo... ma certo! Possiamo provarci! Martina! Vieni! Ho trovato una via di fuga!"
Martina: (mentre tiene a bada con un bastone i cittadini di Sairaag che li circondano) "Una via di fuga?! Dove?! Dove?!"
Zelgadiss: (appoggiando una mano in terra, stringendo Amelia con l'altra.) "Qui! *BEPHIS BRING!!*"
Il terreno sotto Zelgadiss, Amelia e Martina cede e crolla, ed i tre precipitano giù, in un tunnel sotterraneo. Zelgadiss, con Amelia in braccio, tocca terra con eleganza. Martina atterra di testa.
Martina SD: "Che razza di idea era questa?!"
Zelgadiss: "I passaggi sotterranei! Rimasti da quando Flagoon era in questa città! Quella gente non potrà seguirci qua sotto!" (guardando Amelia, che sta tenendo in braccio.) "Scusa, ma dovrai lanciarti da sola un incantesimo di cura."
Amelia lo guarda, arrossata in volto, con due occhioni ed un grosso cerotto a croce sulla fronte.
Amelia: "S... sì!"
Zelgadiss: "Andiamo!"
Zelgadiss inizia a correre con Amelia in braccio.
Martina: "Che...?! Ehi! Aspettami!"

***

Zangulus spara un raggio ancora più potente di prima. Si infrange contro Fibrizzo senza colpo ferire.
Fibrizzo: "E poi?"
Zangulus: "Maledizione!"
Lina: *E' troppo forte per noi. Devo farlo?!*
Sylphiel: "Aspetti, per favore!"
Lina: "Sylphiel?"
Sylphiel: "Ho un'idea. Signorina Lina, per piacere, tenti un Dragon Slave. Potrebbe essere abbastanza potente."
Lina: "Ma un Dragon Slave non funzionerà su Fibrizzo."
Sylphiel: "Comunque, ci provi, la prego..."
Lina: "Non so a cosa tu stia pensando, ma ci proverò."
Lina fa alcuni passi in direzione di Fibrizzo.
Lina: "*Signori dell'Oscurità dei Quattro Mondi! Io vi invoco! Datemi tutto il vostro potere!*"
I quattro talismani di Lina si illuminano.
Fibrizzo: "Così, signorina, ti stai finalmente dando da fare."
Lina: "* E' più oscuro del crepuscolo, è più rosso dello scorrere del sangue, è sepolto sotto alla marea del tempo... Nel tuo grande nome, io mi giuro alle tenebre. Che gli stolti che mi si oppongono siano spazzati via...*"
Lina crea tra le sue mani una sfera di energia rossa e gialla.
Fibrizzo: "Come, l'incantesimo di Lord Ruby-Eye? Ma non funzionerà..."
Lina: "*... dal potere che insieme io e te possediamo! DRAGON SLAVE!!!*"
Lina spara una violentissima ondata di energia rossa che colpisce in pieno Fibrizzo, che però non sembra risentirne, nonostante Lina mantenga il colpo.
Lina: *Anche se è potenziato, non funziona!*
Fibrizzo: "Completamente inefficace, signorina..."
Voce di Sylphiel: "*Che gli stolti che mi si oppongono siano spazzati via dal potere che insieme io e te possediamo!...*"
Fibrizzo: "Che cosa?!"
Sylphiel: "*DRAGON SLAVE!!!*"
Un secondo raggio di energia rossa si unisce al primo, raddoppiandone la potenza ed il furore. Fibrizzo si ripara con le mani.
Fibrizzo: "Impossibile!!"
Fibrizzo viene avvolto dal colpo di energia ed inghiottito dalle fiamme, con un grido terribile. I due Dragon Slave esplodono, avvolgendo tutta la base della colonna di cristallo in una sfera di luce rossa. Un'enorme fiammata gialla parte verso l'alto, espandendosi fino a coprire tutto il diametro del pozzo.

***

INTERMEZZO DI META' PUNTATA


***

Lina: "Un... un Dragon Slave?!"
Le fiammate esplodono fuori dall'apertura alla sommità del pozzo, invadendo tutto l'interno del tempio e sfogandosi all'esterno, attraverso le fessure nel muro tra i blocchi di pietra da cui è composto.
La scena sul fondo del pozzo è completamente cambiata. Il cristallo che lo copre ora non è più liscio e regolare, ma smussato, fuso dall'enorme calore. La colonna è stata assottigliata alla base, divorata dalla forza dell'esplosione.
Zangulus: (accovacciato a terra, ed un po’ bruciacchiato) "Argh!! Sto per morire!"
Sylphiel: "Whew."
Lina: "Whew?! E da quando in qua tu sei in grado di lanciare quell'incantesimo?!"
Sylphiel: "Uh? Beh, ecco... mi sono allenata dall'ultima volta che ci siamo incontrati. Pensavo che se avessi dovuto viaggiare con il caro Gourry, mi sarebbe tornato utile saperlo fare!"
Sylphiel ridacchia con aria innocente...
Lina: "La magia nera non è un capitolo del manuale della perfetta donna di casa!!!"
Sylphiel: "Oh, no. Per essere precisi mi sono specializzata solo nel Dragon Slave. Ah... comunque, meglio andare ad aiutare Gourry caro!"
Lina: "...D'accordo."
Lina, Sylphiel e Zangulus arrivano di corsa nel punto in cui prima era la bara di Gourry. La ritrovano per terra, ancora intatta. Gourry è sempre prigioniero al suo interno.
Sylphiel: "Perché?! Uccidere Fibrizzo non avrebbe dovuto infrangere l'incantesimo del cristallo?"
Zangulus: "Credete che ci abbia mentito?"
Voce di Fibrizzo: "Non vi ho mentito. Semplicemente non mi avete ancora ucciso."
I tre si guardano intorno stupefatti, poi si girano di scatto verso la colonna. Qualcosa ne sta uscendo. Prima una mano, poi una testa. Come se fosse incorporeo, Fibrizzo passa attraverso la colonna di cristallo fuso, venendone fuori.
Fibrizzo: "Non me l'aspettavo. Un doppio Dragon Slave, eh?"
Sylphiel: "Non l'abbiamo colpito...?"
Fibrizzo: "Come una lucertola che perde la coda per poter fuggire, ho lasciato una parte di me qui mentre spostavo il mio corpo nel subspazio."
Fibrizzo: "Beh, se mi aveste colpito in pieno, forse nemmeno io sarei sopravissuto. Comunque, mi avete sorpreso... E per questo ora io vi punirò."

***

Zelgadiss, Amelia e Martina sono ancora circondati, nei sotterranei di Saillune, dai cittadini sotto il controllo di Fibrizzo.
Martina: "Che facciamo?! Siamo..."
Un cittadino alza una grande mazza sopra la testa, cercando di colpire Zelgadiss. All'improvviso, Zelgadiss, Martina ed Amelia svaniscono nel nulla. Il colpo si abbatte al suolo.

***

Zelgadiss, Amelia e Martina ricompaiono, vicini a Lina ed agli altri, davanti a Fibrizzo che li sovrasta dalla sommità di un'alta rupe di cristallo fuso.
Lina: "Zel! Amelia!"
Zelgadiss: "Cosa?!"
Amelia: "Oh? signorina Lina! Dove siamo...?"
Fibrizzo: "Nel vostro cimitero!"
Fibrizzo: "Sì, vi ho portati tutti qui... Lina Inverse! Li ho portati tutti qui in modo che tu li possa vedere morire uno dopo l'altro!"
Lina: "Che cosa hai detto?!"
Fibrizzo: "Ti sei mai chiesta perché mi chiamano Hellmaster? Ora te lo mostrerò."
Fibrizzo alza il palmo della sua mano, portandola a livello del volto. sopra alla sua mano aperta, immobili a mezz'aria, appaiono cinque piccole palline dorate grandi non più di due centimetri.
Amelia si mette in posizione di guardia.
Fibrizzo: (tenendo una pallina tra pollice ed indice) "Iniziamo con te."
Fibrizzo rompe la pallina, mandandola in frantumi. Amelia sbarra gli occhi, afferrandosi la gola come se stesse soffocando, e crolla a terra, lanciando un grido atroce. Tutti gli altri sopraggiungono subito. Zelgadiss la prende tra le braccia.
Zelgadiss: "Amelia!"
Amelia: "Non è... niente... sto bene... sto... ben...e..."
Amelia reclina il capo su un fianco...
Zelgadiss: "Amelia!!"
Sylphiel: "No! Non può essere!"
Lina: "Sylphiel! Usa un incantesimo di resurrezione!"
Sylphiel: "Troppo tardi..."
Lina: "Amelia!"
Zangulus: (sfoderando la spada) "Smettila immediatamente di giocare!..."
Fibrizzo: "Colui che controlla la morte. Ecco chi sono. Le vite degli umani sono i miei giocattolini. Lina Inverse! Finché non userai il Giga Slave, pensi che ci sarà qualcosa che mi impedirà di uccidere tutti i tuoi amici?"
Fibrizzo ridacchia.
Fibrizzo: "Così semplice..."
Sylphiel si alza in piedi.
Sylphiel: "Non ti perdonerò!"
Sylphiel inizia a preparare il Dragon Slave.
Sylphiel: "*E' più oscuro del crepuscolo, è più rosso dello scorrere del sangue...*"
Fibrizzo prende lentamente un'altra pallina, stringendola tra pollice ed indice.
Lina: "Sylphiel!"
Sylphiel: "*...E' sepolto sotto alla marea del tempo... Nel tuo grande...*"
Fibrizzo frantuma la seconda pallina. Sylphiel si blocca un attimo, poi cade a terra.
Lina: (correndo da lei) "Sylphiel!"
Sylphiel, con gli occhi sbarrati, trema cercando di rialzarsi, e tende una mano verso la colonna di cristallo.
Sylphiel: "Padre..."
Poi ricade con il volto a terra. Non si muove più.
Martina è terrorizzata. Fibrizzo ride.
Fibrizzo: "Oh, che scena terribile. Adesso che ne dici di usare il Giga Slave?" (mostrando a Lina le altre tre palline)
Zelgadiss posa a terra Amelia, rialzandosi in piedi. Poi inizia a correre verso Fibrizzo, caricando un incantesimo.
Zelgadiss: "Figlio di...!!!"
Fibrizzo infrange la terza pallina. Zelgadiss inciampa lungo la sua corsa, e cade a terra.
Lina si scuote, come se si stesse accorgendo solo in quel momento di cosa le sta succedendo intorno. Si precipita sul corpo inerte di Zelgadiss, gridando.
Lina: "Zel! ZEL!!"
Martina la afferra per il mantello sul davanti, con violenza.
Martina: "Avanti, Lina! Fai qualcosa! Devi conoscere un incantesimo che lo possa uccidere!! Che cosa stai aspettando?! Ci sta davvero uccidendo tutti!!"
Zangulus: (rinfoderando la spada ed andando verso Fibrizzo) "Calma! Calma! Capisco da solo quando sono sconfitto. Mi arrendo, mi arrendo! Ero solo di passaggio da queste parti, lasciami andare, okay?"
Martina: "Zangulus..."
Zangulus si mette in ginocchio davanti a Fibrizzo.
Zangulus: "Ti prego."
All'improvviso, Zangulus spicca un salto altissimo, sguainando la spada, e si getta su Fibrizzo. Ma, prima che sia su di lui, Fibrizzo spezza la quarta sfera. Zangulus atterra davanti a lui, posandogli senza forza la spada sulla spalla.
Zangulus: (senza fiato, faccia a faccia con Fibrizzo) "Ti avevo... quasi preso..."
Con un colpo di energia, Fibrizzo spara via Zangulus, che cade ai piedi di Martina.
Martina: "Zangulus!!"
Zangulus: "Eh... sembra che tu sia... rimasta sola... Convinci Lina... accendi il suo spirito combattivo..."
Martina: "Non posso fare niente! Senza Lord Zoamegulstar, non posso fare nulla!"
Zangulus: "No... cerca dentro... di te per la tua vera forza..." (Tende a Martina la sua spada. Lei la prende.) "Io so... che tu puoi..."
Zangulus piega la testa all'indietro.
Martina esita, poi si solleva, stringendo tra le mani la spada. Inizia, disperata, a tirare fendenti in tutte le dirzioni, sparando raggi di energia a casaccio. Alcuni svaniscono prima di colpire Fibrizzo.
Martina: "Alzati! Lina! Alzati! Alzati ed ammazzalo!!!"
Lina la fissa, con gli occhi sbarrati, completamente immobile. Ma sembra risvegliarsi, si gira e si rialza.
Lina: "Martina..."
Lina si getta di corsa verso di lei.
Lina: "MARTINA!!!"
Fibrizzo rompe tra le sue dita la quinta ed ultima sfera. Al fendente successivo, a Martina scivola la spada dalle mani, che si va a piantare in terra a qualche metro di distanza. Sta per cadere, ma Lina la afferra e la sorregge.
Lina: "Martina...!"
Martina: "Che... che stai facendo?... Questo... non è da te..."
Lina: "No! No, non parlare, Martina!"
Martina: "Tu... vuoi salvarlo... vero? Gourry... Lo ami... non è vero?"
Lina spalanca gli occhi.
Martina: "Ora smettila... sii onesta... con te stessa... Anche se tutto il mondo verrà distrutto... non è... importante... vero...?"
Martina si lascia andare.
Lina: "Martina...! MARTINA!..."
Lina la posa lentamente a terra, poi si rialza, fissando Fibrizzo.
Lina: "Fibrizzo!"
Fibrizzo: "Ebbene? Lancerai il Giga Slave, ora? Se non te la senti ancora... puoi immaginare cosa farò, vero?"
Fibrizzo alza una mano. I corpi di Martina, Zangulus, Sylphiel, Zelgadiss ed Amelia vengono racchiusi in bare di cristallo come quella di Gourry. Tutte e sei le bare, compresa quella di Gourry, si alzano in aria e si fanno a schierare alle spalle di Fibrizzo.
Fibrizzo: "Questi cristalli sono l'essenza congelata della vita che rimane nei loro corpi. Se io li frantumo, i tuoi amici moriranno definitivamente. Ma te lo garantisco: Se mi sconfiggi, saranno tutti salvi."
Fibrizzo: "...quando questi cristalli si rompono, è così meraviglioso guardarli. Vorresti vederlo?"
Lina: "E chi lo vorrebbe mai vedere...?!"
Fibrizzo: "Allora lancia il Giga Slave. C'è una possibilità che tu non ne perda il controllo."
Lina: "..."
Fibrizzo: "Sembra che tu non capirai come stanno le cose prima che io uccida qualcuno."
Fibrizzo si gira, guardando le bare di cristallo.
Fibrizzo: "Allora, con chi iniziare?" (guardando Zelgadiss) "Forse con questa chimera?"
Fibrizzo guarda la bara di Gourry.
Fibrizzo: "Anzi! Inizierò da LUI! A meno che tu non faccia qualcosa, sta per morire!"
Fibrizzo alza un dito, e spara un piccolo colpo di energia. La bara di Gourry si incrina, riempiendosi di crepe.
Lina: (correndo in avanti) "GOURRY!!!!"
I quattro talismani si illuminano. Lina si ferma.
Lina: *Non mi importa da dove viene! Datemi la forza di uccidere Fibrizzo! Se posso farlo, non mi importa quel che ne sarà di me!!*
Il terreno sotto Lina inizia a sprigionare un raggio di luce diretto verso l'alto, che l'avvolge. Raffiche di vento le muovono il mantello, mentre l'aria attorno a lei si illumina.
Lina: "*E' più oscuro dell'oscurità più nera, è più profondo della notte più profonda...*"
Fibrizzo: (girandosi verso Lina) "Alla fine, sei pronta."
Lina è circondata da scariche spiraleggianti di energia.
Lina: "*...Tu che sei il Mare di Caos, Tu che brilli come oro, Re delle Tenebre!*"
Lina: *Se perdo il controllo di quest'energia, distruggerei il mondo!... Ma, in questo momento, per me, Gourry è più importante del mondo intero!... Gourry, dammi la forza...!*
L'energia luminosa attorno a Lina ruota come un vortice intorno a lei.
Lina: "*Io qui ti invoco! Io qui mi giuro a te! Che gli stolti che mi stanno davanti siano spazzati via dal potere che io e te insieme possediamo!*"
Lina crea tra le sue mani una sfera di luce pura, che si trasforma in oscurità. La solleva sopra alla sua testa, creando un'enorme globo di notte all'interno del quale si intravedono brillare le stelle. Fulmini e scariche di energia la circondano mentre il vento è diventato di una forza incredibile. Dall'esterno, lampi si abbattono sul tempio mentre il cielo coperto di nuvole nere sembra venirne risucchiato. La città viene devastata, intere costruzioni si disintegrano.
Lina grida, reggendo l'enorme globo di oscurità alto sopra la sua testa.
Fibrizzo: "Il momento che stavo aspettando!!!"
L'aria è attraversata da scariche elettriche violentissime, mentre raggi di luce spiraleggianti avvolgono il globo di oscurità del Giga Slave.
Fibrizzo: "Ora distruggerò il suo corpo! L'energia caotica impazzirà!!"
Centinaia di scariche elettriche si abbattono sulla colonna di cristallo. L'energia si accumula tutta sulla punta, dalla quale partono innumerevoli raggi di luce rossa, battendo come pioggia tutto il fondo del pozzo di cristallo.
Fibrizzo: "CHE IL TUO CORPO VENGA DILANIATO DALLE ANIME DI COLORO CHE SONO MORTI!!!!!"
Lina sembra bloccarsi. Fissa la sfera del Giga slave con occhi sbarrati, e le sue pupille sembrano annacquarsi e svanire. Il globo di oscurità si espande fino ad inghiottirla, e poi esplode.
La sommità della cupola che costituisce il Tempio di Fibrizzo viene disintegrata. Un'onda d'urto spazza via l'intera città. Subito dopo, si crea un risucchio a spirale verso il tempio, che sta crollando del tutto.
Fibrizzo ride, guardando il Giga Slave.
"Sì! Liberati da ogni controllo, energia del caos!! DIVORA OGNI COSA DI QUESTO MONDO!!"
Fibrizzo continua a ridere. All'improvviso si ferma, guardando fisso il Giga Slave, stupefatto.
Il globo di oscurità si rimpicciolisce e svanisce in un lampo di energia dorata accecante, simile ad un fulmine che si sprigioni da terra. Al centro del fulmine d'oro, con tra le mani la sfera nera del Giga Slave sotto controllo, si vede la figura di Lina, avvolta dalla luce.
Fibrizzo: "La controlla... l'energia..."
Lina: (con una voce diversa) "Tu che mi stai davanti, desiderando la distruzione..."
Fibrizzo: "Non può essere...!"
Lina: "...Sarà il mio potere a distruggere te."
Un rapidissimo colpo di energia nera investe Fibrizzo, spazzandolo via contro la colonna di cristallo. Cade a terra. Terrorizzato, cerca di ritirarsi nella colonna, passandoci attraverso.
Lina: "Inutile."
Come afferrato da una forza invisibile, Fibrizzo viene scaraventato a terra, ai piedi di Lina. Cerca di divincolarsi, poi la guarda.
Fibrizzo: "Chi... chi sei?!"
Lina: "Io sono la madre di tutte le tenebre. Colei che ha sognato per innumerevole ere di riacquistare la sua forma."
Lina muove un passo verso Fibrizzo.
Lina: "Io sono l'oscurità oltre il buio più nero."
Un altro passo.
Lina: "Più profonda della notte più profonda."
Continua a camminare verso Fibirizzo.
Lina: "Io sono il Mare di Caos. La fonte di tutto il Caos. E' così che voi mi descrivete..."
Lina apre gli occhi per la prima volta, guardando Fibrizzo.
Lina: "Io sono... la Lord of Nightmares."
Fibrizzo lancia un urlo disumano.


***

Sigla Finale.




Torna ai contenuti | Torna al menu