The Slayers Again Site - UNREGISTERED VERSION

Vai ai contenuti

Menu principale:

Traccia 5

Traduzioni > Drama > Kaette Kita # 2

Kaette Kita 2
traduzione di Moltres


[Traccia #5]

ZELGADIS: Alla fine…il mio sogno di ritornare ad essere una persona normale non resterà che tale. Trascorrerò il resto della mia vita come un mostro pietoso… forse dovrei diventare realmente parte di questo muro.
AMELIA: Oh no. Zelgadis ha ripreso a parlare di nuovo con Miss Muro… non c’è realmente niente che possiamo fare, Lina, Gourry, Xellos?
GOURRY: Non chiederlo a me…
XELLOS: Ho già fatto la mia parte; non ho più nessuna idea.
AMELIA: Non può essere! Liiinaaaaa!
LINA: Hm. A questo punto, non ho scelta ed usare la segreta Tecnica Dimenicata.
XELLOS: La tecnica dimenticata?
AMELIA: Che cos’è?
LINA: Non pensavo di averlo mai dovuto rivelare. Ma è l’unico modo che abbiamo per ripristinare al 100% il corpo di Zel.
AMELIA: Davvero?
LINA: Fidatevi. E’ infallibile. Zel, di pure addio a Miss Muro e vieni qua.
ZELGADIS: Stai parlando seriamente questa volta?
LINA: Te l’ho detto, fidati. Se dovessi fallire, diverrò una chimera come te.
GOURRY: Eeeeeh, Lina una chimera? Puoi fare un esempio? Tipo una donna cornuta?
LINA: (colpisce Gourry) Perché cornuta?
ZELGADIS: E va bene. Oh muro, sto intraprendendo questo nuovo viaggio che mi porterà lontano da te per sempre.
XELLOS: Non dovresti dirle addio seriamente, lo sai...
ZELGADIS: Comunque, di che tecnica sta parlando?
LINA: Ti ricordi la tecnologia usata per creare i cloni?
ZELGADIS: Cloni?!
AMELIA: La stessa che ha creato Copy-Rezo?
GOURRY: Oggi siamo in vena di nostalgie, ricordando tutti questi nomi!
XELLOS: Ma come può questa tecnica aiutare Zel?
LINA: Bhe, sto pensando di sfruttarla per creare una copia del corpo di Zel!
ZELGADIS: Huh? Creare una copia di questo mio corpo non servirà a nulla!
XELLOS: Vero.
LINA: Non è quello che intendevo dire.
ZELGADIS: Allora potresti spiegarti meglio?
LINA: La clonazione consiste nel prendere una parte del corpo della cavia, coltivarla e falla crescere.
AMELIA: Giusto.
LINA: Nel caso di Zel, il suo corpo è un mix di quello umano, del golem di roccia, e del demone del vento, giusto? Ma non tutte le parti del corpo sono il risultato di questo mix. Per esempio le parti di un golem sono la pelle e la peluria…
XELLOS: Perciò stai dicendo che se usassimo per la clonazione i capelli otterremmo un golem di roccia?
LINA: Esattamente. Perciò cosa otterremo se usassimo per la clonazione una parte umana del corpo di Zel?.
ZELGADIS: Otterremmo…otterremmo…stai dicendo che otterremmo una perfetta copia delle mie sembianze umane?
LINA: Esattamente. O almeno è quello che penso!
XELLOS: Potrebbe funzionare!
AMELIA: Zelgadis!
ZELGADIS: Si! Proviamoci!
GOURRY: Non è grandioso, Zel?
AMELIA: Quindi prepariamoci a realizzare la copia giusta.
GOURRY: Giusto! Perciò…quale parte del tuo corpo è completamente umana?
ZELGADIS: Huh?
AMELIA: Già. Quale?...I capelli e la pelle sono fatti di fil di ferro e pietra.
XELLOS: E le sue unghie sono d’acciaio… in questo caso dovremmo trovare una parte più delicata del suo corpo!
GOURRY: U-una parte delicata?
AMELIA: Potrebbe…
XELLOS: Un occhio per esempio.
AMELIA: Ah, intendi il suo occhio! E io che stavo pensando… aspetta, UN OCCHIO?
ZELGADIS: Scordatevelo?
LINA: Xellos, smettila di spaventarlo! La mucosa della sua bocca, per esempio. La bocca non sembra fatta di roccia. Potrebbe funzionare?
AMELIA: Aaaah, grazie al cielo. Così va meglio.
ZELGADIS: Si, così si. Posso… posso finalmente ritornare normale!
AMELIA: Non è magnifico, Zelgadis? Finalmente è giunto il giorno che hai sempre atteso.
GOURRY: Congratulazioni!
ZELGADIS: Grazie , Amelia, Gourry.
XELLOS: Infatti, è molto fortunato… una sola cosa mi preoccupa, penso.
LINA: Hm? Cioè cosa?
XELLOS: Non ci dovrebbero essere problemi nel creare una copia umana di Zelgadis. Ma che cosa ne dovremmo fare esattamente, poi?
AMELIA: Che cosa vorresti dire?
XELLOS: Sto solo dicendo che creare una copia umana di Zel non significa che il nostro Zelgadis che è qui con noi ritorni ad essere umano.
GOURRY: Uuuhm…
ZELGADIS: Aspetta, questo vuol dire… che il nuovo corpo ed io saremo due entità separate?
LINA: Certo, è ovvio.
AMELIA: “Ovvio”? Non puoi parlare seriamente! LINA!
ZELGADIS: Che cosa dovrei farmene quindi del nuovo corpo?
LINA: Bhe, potresti usarlo come decorazione per il tuo salotto? Lo potresti vestire in modo bizzarro? Fargli assumere varie pose e quindi dipingerne un ritratto? Sarebbe perfetto, no?
ZELGADIS: Perchè dovrei fare qualcosa del genere?!
LINA: Non hai nulla di che preoccuparti questa volta!
ZELGADIS: Bhe, non voglio!
LINA: Di che ti lamenti? Come ti ho detto qualche minute fa, in questo modo riusciremo a ricreare il tuo corpo al 100%!
ZELGADIS: Smettila di dire stupidate! Anche se otterremo un corpo completamente umano, se il mio spirito, il mio cuore, la mia anima non lo abitano, è completamente privo di utilità!
LINA: ESATTAMENTE! Ottima osservazione
ZELGADIS: Eh-… huh?
LINA: E’ quello che sto cercando di dirti e che non vuoi capire. Tu sei tu per il tuo spirito, il tuo cuore, la tua anima!
ZELGADIS: Che stai cercando di…
LINA: E l’hai notato da solo: Se la tua anima non abiterà nel nuovo corpo, il tutto sarebbe privo di utilità.
ZELGADIS: Aspetta un attimo…
LINA: In altri termini, è la tua anima che è importante. Essa non cambierà, non importa quale corpo tu abbia.
ZELGADIS: Bhe, questo è vero…ma…questo…
LINA: Hai trovato la risposta che cercavi! Tu non sei il tuo aspetto, ma il tuo spirito, il tuo cuore la tua anima!
ZELGADIS: Ma…ma…ma…lo pensi davvero? Vuoi dire che vado bene per quello che sono?
LINA: Si, assolutamente si! E andrà bene fino a quando il tuo spirito, e la tua anima non cambieranno.
ZELGADIS: Hai ragione! Io sono io!
LINA: Esattamente! E su queste ultime parole, che ne pensi di andare a mangiare? Sono abbastanza affamata…
AMELIA: Sono d'accordo! Ho fame anch’io! Andiamo Zelgadis!!!
(Amelia e Zel si allontanano)

GOURRY: Hey… tutto questo ti ha annoiata, vero?
LINA: U-uuuh?
XELLOS: Lina, la Tecnica Dimenticata di cui parlavi non era far tornare normale il corpo di Zelgadis, ma fargli accettare la sua condizione. Ho ragione, vero?
LINA: Uuuh – Non saprei come aiutarlo diversamente! E stavo cominciando ad avere fame! Procedendo a tentativi, chi avrebbe potuto dire quando ci saremmo messi a tavola?
ZELGADIS: (lontano) Esattamente! Io sono me stesso! Fin quando sarò me stesso, io sarò io,!
AMELIA: Giusto, Zelgadis! Niente è più importante che credere in sé stessi! Nella propria anima!
ZELGADIS: Viva me!
XELLOS: Pensi che stia meglio ora?
LINA: Oh, sicuro! Gli uomini dovrebbero vivere positivamente! Se gli ho rafforzato la fiducia in se stesso, questo non può essere che un bene!
GOURRY: Sei felice ora, Zel?

[FINE]


(c) di Moltres

Torna ai contenuti | Torna al menu